Referendum 12/13 giugno 2011: seggi aperti alle ore 8. Si vota fino alle 22

A ciascun elettore verranno consegnate 4 schede di diverso colore. La rossa e la gialla riguardano il tema dell'acuqa, la grigia il nucleare e la verde il legittimo impedimento. Domani seggi aperti dalle 7 alle 15

E' partita questa mattina la maratona elettorale del referendum  che riguarda il tema dell’acqua, quello del legittimo impedimento e quello dell’energia nucleare. I seggi sono stati aperti alle ore 8. Chiuderanno alle 22 di questa sera e riapriranno domattina alle 7. E' necessario portare con sè la tessera elettorale e un docomento di riconoscimento.

APERTURA SEGGI

Per chi fosse impossibilitato ad andare a votare, alcuni volontari mettono a disposizione un servizio navetta gratuito: il TAXI QUORUM

SCHEDA ROSSA "ACQUA PUBBLICA"
SCHEDA GIALLA "TARIFFA ACQUA"
SCHEDA GRIGIA "NUCLEARE"
SCHEDA VERDE "LEGITTIMO IMPEDIMENTO"

Il referendum, sancito dall’articolo 1 della Costituzione della Repubblica Italiana, è uno strumento di esercizio della sovranità popolare. Perché abbia validità è necessario che si raggiunga il quorum.

COS’E’ IL QUORUM

Per votare è necessario recarsi al proprio seggio di riferimento con la tessera elettorale e un documento di riconoscimento. L’elettore riceverà 4 schede di colore differente. Votando per il “SI’”, l’elettore indicherà la volontà di abrogare la normativa di riferimento. Esprimerà parere contrario se volesse barrare sul “NO”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento