Politica

Provincia: la giunta Pepe paga le divisioni interne al Pdl

Il capogruppo al consiglio provinciale del Pdl esclude l'ipotesi di congiure e divisioni nel partito. C'è qualcosa che non va. Il presidente rischia la poltrona per opera dei suoi "amici"

Dal Comune alla Provincia il partito del Popolo delle Libertà non sta attraversando di certo un buon periodo. Ad avviare la crisi a Palazzo di Città ci ha pensato la nomina a sorpresa di Zinchelli a revisore, una battaglia politica vinta al fotofinish contro Cicerale. Poi le successive dimissioni del capogruppo Ursitti hanno confermato il malcontento e alimentato la lotta interna al partito tra tarquiniani e digioiani. Come se non bastasse è arrivata la goccia che ha fatto traboccare un vaso già pericolante, quando il gruppo Pdl alla Provincia, capeggiato da Mongiello, in un documento ufficiale ha chiesto l’azzeramento della giunta.


Soltanto Moscarella e Di Monte hanno espresso fiducia alla giunta, ma anche loro chiedono una svolta. Antonio Pepe è avvisato. Eppure Mongiello giura che la richiesta di settaggio non è collegabile alle vicende di Palazzo Città e dichiara: “Potenziare e rilanciare il centrodestra alla guida della Provincia

Con l’Udc di Angelo Cera alla finestra intenta a fare campagna acquisti, per il partito che fa capo al premier più discusso della storia, in provincia di Foggia non c’è da star tranquilli. Troppi malcontenti, litigi e dissapori preoccupano e non poco.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: la giunta Pepe paga le divisioni interne al Pdl

FoggiaToday è in caricamento