Politica

“Giù le mani dalla Tremiti”: la protesta di Forza Nuova su un pedalò

Domenica mattina i militanti della sezione foggiana di FN hanno manifestato il loro "No" alla trivellazioni a ridosso delle Isole Tremiti. Per l'occasione è stato distribuito del materiale cartaceo informativo

Il 19 giugno, sulla riviera garganica, i militanti di Forza Nuova hanno messo in atto un’eclatante azione dimostrativa a difesa delle Isole Tremiti. Tra lo stupore dei turisti, la comunità militante foggiana di FN ha percorso il litorale a ridosso tra San Menaio e Rodi Garganico a bordo di un pedalò, esponendo uno striscione con la scritta “GIU’ LE MANI DALLE TREMITI”, il tutto corredato da una bandiera di FN e da un tricolore.

Nel corso della mattinata sono stati distribuiti centinaia di volantini che invitano la popolazione garganica ad alzare la voce di fronte alla possibilità delle introspezioni petrolifere. “Non è possibile che a ridosso di uno degli angoli più suggestivi del mondo, si voglia cercare il petrolio! Per far bene a chi? Agli avidi petrolieri?” tuonano i componenti di FN.

Inoltre si andrebbe a distruggere l’economia turistica del posto, andando a piazzare una bomba ecologica” aggiungono i militanti. “Il recente pronunciamento del referendum del 12 e 13 riguardante il nucleare, ha indicato una chiara volontà popolare nel ricercare energie alternative rinnovabili e pulite, a maggior ragione se siamo a ridosso di un territorio, quello garganico, che basa la sua economia sul turismo” concludono.

Tra l'pprezzamento degli operatori turistici e della gente comune, ancora una volta Forza Nuova ha intrapreso una battaglia contro le lobby che vogliono affossare il bene comune.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giù le mani dalla Tremiti”: la protesta di Forza Nuova su un pedalò

FoggiaToday è in caricamento