Michaela Di Donna sottoscrive due proposte di legge di iniziativa popolare della Uila

Le due proposte di legge di iniziativa popolare riguardano il sostegno alla maternità e alla genitorialità, e l’irrobustimento delle garanzie per chi ha perso il lavoro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La UILA territoriale di Foggia sta incontrando i candidati al prossimo Parlamento per sensibilizzarli sui temi centrali della raccolta firme avviata dalla UILA nazionale su due proposte di legge di iniziativa popolare in materia di genitorialità e welfare. La prima candidata a supportare questa raccolta di firme, volute dalla UILA (raccolta di firme che aprirà una serie di incontri con i candidati al Parlamento in Capitanata), è stata la candidata al collegio uninominale Puglia 16, Michaela Di Donna, alla presenza del Segretario generale della UILA foggiana, Antonio Castriotta. 

La candidata forzista ha firmato questa mattina, presso il comitato di via Natola, le due proposte di legge di iniziativa popolare che riguardano il sostegno alla maternità e alla genitorialità, e l’irrobustimento delle garanzie per chi ha perso il lavoro.  “È con grande favore che ho sottoscritto queste proposte di legge”, ha affermato Di Donna, che ha aggiunto: “L’Istat in questi ultimi anni ha certificato un decremento della popolazione italiana, con un numero di deceduti, che ha superato quello dei bambini nati. È uno degli effetti della crisi economica; crisi che è stata devastante per le giovani coppie, che non sono riuscite a mettere al mondo figli. Di questa proposta di legge ho dunque apprezzato il supporto ai cittadini nel momento della genitorialità. Lo Stato e la politica hanno così la possibilità di trovare nuove soluzioni, che sono al passo dei tempi”. Il suddetto sostegno si realizzerà attraverso la promozione di una maggiore conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, prevedendo una retribuzione a carico dell’Inps del 100% per tutto il periodo di congedo di maternità obbligatorio; la possibilità di lavorare a tempo parziale al rientro, con retribuzione al 100% a carico dell'Inps. 

“I cittadini disoccupati, negli ultimi anni, sono stati fortemente penalizzati sia dalla crisi che dagli effetti del jobs act. C’è dunque bisogno di portare in Parlamento delle proposte che li aiutino a vivere meglio quella che è una condizione non voluta”, ha aggiunto la candidata forzista in riferimento alla seconda proposta di legge di iniziativa popolare. Nello specifico, la seconda proposta di legge intende irrobustire le garanzie per chi ha perso il lavoro, non riducendo nel tempo l’assegno di disoccupazione e migliorando i requisiti per il diritto all'APE sociale ai lavoratori stagionali, ai braccianti agricoli e ai lavoratori della pesca. "Con molto piacere ho assistito alla firma delle due proposte di legge di iniziativa popolare proposte dalla UILA nazionale da parte di Michaela Di Donna - ha spiegato Antonio Castriotta, Segretario generale UILA territoriale di Foggia. E' la dimostrazione di una spiccata sensibilità della candidata forzista verso i temi della genitorialità e del welfare che hanno bisogno di essere riscritti per adeguarsi alla attuale situazione. Michaela Di Donna, con la sua firma, ha dimostrato la sua attenzione verso temi delicati per la società che, siamo sicuri, saprà rappresentare nelle istituzioni . E' per questo motivo che stiamo coinvolgendo tutti i futuri parlamentari; saranno loro a dover discutere ed approvare le proposte di legge di iniziativa popolare volute dalla UILA”. 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento