Politica San Severo

La proposta 'democratica' dei Grillini: "Un bando per la scelta degli assessori"

I candidati scelti in base ai loro curricula. Tra i requisiti richiesti il possesso del diploma, la conoscenza di una lingua straniera, la fedina penale immacolata e nessun vincolo di parentela con sindaco e Consiglieri

I grillini di San Severo alzano la voce, e si rivolgono direttamente al primo cittadino, Francesco Miglio chiedendo un bando pubblico per la scelta degli assessori. “La politica ha sempre scelto le persone destinate alla gestione della macchina amministrativa basandosi su criteri quali amicizie, scambi di favori e bacini elettorali”, spiegano.

“Nel vecchio e ormai superato modo di gestire la “res pubblica” i partiti tradizionali hanno sempre adottato la spartizione delle ambite poltrone degli assessorati conferendo tali incarichi solo alle persone appartenenti o facenti riferimento al partito conseguendo i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. “Regalare” un assessorato significa, per i partiti, ringraziare chi ha portato piu? voti o rendere un maggior tornaconto al proprio gruppo politico, il che non ha niente a che vedere con il bene comune”. Per questo, il Meetup 5 Stelle San Severo intende mettere la competenza al centro delle scelte politiche.

“Chiediamo che la selezione degli assessori debba necessariamente arrivare per mezzo di un bando pubblico nel quale saranno scelti i candidati in base ai loro curricula e alla loro competenza specifica. Sono diversi mesi che proponiamo al sindaco Miglio di aderire alla nostra proposta ad oggi ancora nessuna risposta. Crediamo che la chiamata pubblica dovrebbe essere aperta a tutte le cittadine e i cittadini che abbiano alcuni requisiti minimi”.

Tra questi, essere in possesso almeno del diploma di scuola superiore, la conoscenza di almeno di una lingua straniera, ed essere esente da condanne penali e della Corte dei Conti, anche non definitive. Ancora, non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, non deve aver ricoperto per più di due mandati ruoli direttivi o nei consigli di amministrazione di aziende pubbliche, partecipate o private con nomina da parte della città di San Severo e non deve aver legami di parentela fino al terzo grado con il sindaco e con i vari eletti al Consiglio comunale di San Severo e non essere di essi conviventi o affini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta 'democratica' dei Grillini: "Un bando per la scelta degli assessori"

FoggiaToday è in caricamento