menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Moldaunia nella cartina

La Moldaunia nella cartina

Pronta una ‘black list’ dei sindaci che remano contro la Moldaunia

Gennaro Amodeo annuncia l’istituzione di una lista nera dei sindaci che si oppongono al progetto di autonomia della Capitanata, staccata dalla Puglia ed aggregata al Molise

Nella seduta del 23 marzo scorso il direttivo del Movimento Popolare progetto ‘Moldaunia’ ha deliberato la compilazione e pubblicazione di una lista nera dei sindaci che remano contro il progetto di autonomia della Capitanata, staccata dalla Puglia ed aggregata al Molise.

Spiega il presidente Gennaro Amodeo: “Prima di arrivare a questa, non auspicabile, soluzione estrema, rivolgiamo un ultimo appello alla intelligenza e dignità dauna dei sindaci che finora non hanno risposto all’invito del Movimento, affinché aprano le porte dei loro comuni ad un confronto aperto e leale sulle radici storiche e prospettive di sviluppo legate al progetto svincolato da qualsiasi impegno di conseguente delibera di adesione al progetto”

Sottolinea Amodeo: “Il referendum consultivo provinciale richiesto è un diritto popolare che la Costituzione ha previsto proprio per permettere di sanare quelle aggregazioni territoriali e popolari antistoriche e disomogenee come quella subita, contro la generale volontà popolare, dalla nostra provincia, legata per oltre dieci secoli di storia al Molise ed Abruzzo per via della transumanza. E pensare che, appena l’anno scorso, al Nord hanno impegnato (50+14) milioni di euro per i due referendum della Lombardia e del Veneto al solo scopo di ampliare le competenze regionali, mentre da noi, al Sud, si boicotta la possibilità di raggiungere l’autonomia, agognata fin dalla fase costituente”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento