Il centrosinistra foggiano ha scelto Emiliano. Rauseo: "Fieri del 79,8%"

E' cominciato lo spoglio delle schede in tutti i seggi pugliesi, compreso quello della Palestra Taralli e dei restanti 54 allestiti in Capitanata. Sfida tra Emiliano, Stefàno e Minervino

Foto: Giovanna Greco

Le primarie del centrosinistra sono terminate. Chiusi i seggi delle sei province pugliesi, compresi i 55 allestiti in Capitanata e quello della palestra Taralli a Foggia, dove hanno votato 2497 persone (Emiliano 1976, Stefàno 423, Minervini 74). Il Partito Democratico di Foggia garantisce quindi a Michele Emiliano la vittoria nel capoluogo dauno. Con il 79,8% dei voti validi, il segretario regionale del Pd pugliese si conferma il candidato più suffragato alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato presidente della Regione Puglia.

Mariano Rauseo, segretario cittadino del PD: "Un dato di cui andiamo fieri per il quale si è mobilitato l'intero partito coi suoi volontari che, con spirito di abnegazione, hanno lavorato per l'intera giornata per garantire il regolare e sereno svolgimento del voto". "Soprattutto soddisfa il dato regionale che, messo a confronto con le recenti elezioni svoltesi in Calabria ed Emilia Romagna e con le contestuali elezioni primarie in Veneto, conferma la vitalità del centrosinistra pugliese nello scenario nazionale" continua il segretario. "Ad Emiliano faccio i miei più calorosi auguri di buon lavoro - conclude Rauseo - nella consapevolezza e convinzione che il centrosinistra pugliese ha saputo esprimere oggi il candidato più autorevole sotto il profilo politico ed amministrativo. La Puglia non potrà che beneficiarne. Ora tocca vincere le secondarie: il voto di maggio 2015  sarà, ne siamo certi, una grande festa democratica per Foggia e per la Puglia intera".

I DATI DELLE PRIMARIE

LA CAPITANATA HA SCELTO EMILIANO, CON LUI IL 70%

I CANDIDATI

Guglielmo Minervini: esponente del Partito Democratico, ex sindaco di Molfetta e due volte assessore regionale, dal 2005 al 2010 alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva, nel 2010 alle Infrastrutture e ai Trasporti e nel rimpasto del 2013 alle Politiche Giovanili, Immigrazione, Trasparenza e Legalità.

Michele Emiliano: segretario regionale del Partito Democratico, due volte sindaco di Bari e assessore alla Legalità, Trasparenza, Sicurezza Urbana, Controllo del Territorio, Polizia Locale, Rapporto con le Forze dell’Ordine nel Comune di San Severo.

Dario Stefàno: esponente di Sinistra Ecologia e Libertà, consigliere regionale e assessore alle Risorse Agroalimentari nella prima Giunta Vendola. Incarico riconfermato nel secondo mandato. Nel 2013 diventa senatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento