Politica

Primarie PD, Cislaghi: “Ecco perché darò il voto a Emiliano”

Giorgio Cislaghi il 30 aprile voterà per Michele Emiliano

Il 30 aprile, in occasione delle primarie del Partito Democratico, Giorgio Cislaghi ha deciso di partecipare alle consultazioni aperte e di votare Michele Emiliano “perché, purtroppo, oggi non è pensabile a una sinistra di governo, o anche solo a una Sinistra che possa avere un utile ruolo d’opposizione, senza un dialogo con la principale forza di centro-centrosinistra” dichiara.

Perché, spiega Cislaghi, “per la sinistra, qualunque sia la sua rappresentanza istituzionale e non, c’è una grossa differenza tra un segretario che come Renzi ha dialogato con Marchionne chiudendo ai sindacati, in particolare alla Cgil e alla Fiom, un segretario che come Orlando pensa a una presenza davanti alle fabbriche per catturare il consenso degli operai o un segretario che come Emiliano cerca il dialogo e la partecipazione degli operai, e più in generale delle persone, con un’attenzione particolare all’ambiente e a chi vive nell’indigenza”.

Conclude l’esponente di sinistra: “Oggi, con lo stesso spirito di appartenenza alla sinistra, con la volontà di cercare l’unità della Sinistra a sinistra del PD, invito tutti ad andare a votare alle consultazioni aperte del PD per dare più forza a Michele Emiliano che vuole riportare il PD a un dialogo con la sinistra, a un dialogo con le lavoratrici e i lavoratori, per far crescere il nostro paese e la nostra Regione Puglia”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie PD, Cislaghi: “Ecco perché darò il voto a Emiliano”

FoggiaToday è in caricamento