menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Udc boccia le primarie del centrodestra: "A Foggia un candidato c'è, è Franco Landella"

Nota stampa a firma del segretario cittadino, "condivisa con la segreteria provinciale" scrive Iacovangelo, che boccia i gazebo appena ufficializzati a Bari da altre forze di centrodestra, eccetto Forza Italia

"Non possiamo concederci il lusso di azzoppare un cavallo da corsa per sostituirlo con un mulo da traino, capace di trasportare sul dosso ogni tipo di peso ma non di arrivare a tagliare il traguardo del governo della città di Foggia. Le primarie vanno bene per individuare un candidato quando manca un nome capace di assicurare la vittoria alle elezioni, ma non possono essere sventolate da quanti fanno di tutto per minare la coalizione e mettere bastoni alla costruzione di un progetto di coalizione che, a Foggia, ha dimostrato di essere vincente. Il centrodestra unito, con un candidato forte, non ha competitor sul territorio. Vince senza avere bisogno di mercanteggiare poltrone e prebende, e neppure di sottoscrivere patti per garantire la governabilità tra forze estranee e agli antipodi". Così in una nota stampa l'Udc per bocca del commissario cittadino di Foggia, Dario Iacovangelo, a qualche ora dall'ufficializzazione dei gazebo da parte di Lega, Fratelli d'Italia e Noi con L'Italia - Direzione Italia per la scelta del candidato sindaco. Con una inversione a U rispetto a dove siede oggi a livello comunale, cioè all'opposizione del governo cittadino: una contrarietà che la portà finanche a sconfessare l'unico suo rappresentante in consiglio, Leonardo Iaccarino, quando questi decise di sostenere un governo Landella ormai senza numeri e con un sindaco dimissionario (era l'aprile 2018, qualche mese fa, queste le dichiarazioni all'epoca di Angelo Cera, segretario provinciale). Oggi l'Udc, evidentemente, ha cambiato idea. 

"E poi questa voglia di primarie sui territori, invocata anche dalla Lega, perché non è stata perorata anche a livello nazionale, sottoponendo a tutto il centrodestra il progetto di un governo con i pentastellati? Perché usare due pesi e due misure solo per creare difficoltà sui territori? - continua, temerario, Iacovangelo-. "Il centrodestra non può permettersi le primarie a poche settimane dal voto amministrativo. Mettendo in moto una macchina elettorale che è già attivata, avendo un candidato sindaco e una coalizione che ha solo necessità di ritrovarsi  sotto un programma condiviso e di rilancio amministrativo".

"La segreteria cittadina dell’Udc, condividendo l’iniziativa con la segreteria provinciale del partito, riconosce in Franco Landella il punto di partenza per il prossimo rinnovo del consiglio comunale della città di Foggia. S’invitano tutti i partiti del centrodestra a mettere da parte ogni velleità vendicativa che fa solo male al centrodestra e alla proposta di governo della città. Se dal fortino barese arrivano indicazioni per le primarie, rispondiamo dalla città aperta di Foggia che si lavori per il bene della città e non per il posizionamento di singoli candidati e consensi ai partiti".

In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento