menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Primarie del centrosinistra

Primarie del centrosinistra

Primarie centrosinistra: la Capitanata accende i motori, 60 uffici elettorali

Venerdì 16 l'arrivo a Foggia di Pierluigi Bersani. Protano e Salatto per Renzi. Rizzi e Lonigro per Vendola. Poco Tabacci e Puppato

Pierluigi Bersani, Matteo Renzi, Nichi Vendola, Laura Puppato, Bruno Tabacci. 5 candidati per un solo scranno: quello di leader del centrosinistra per la sfida a Palazzo Chigi la prossima primavera. I motori per le primarie del 25 novembre sono ormai bollenti a livello nazionale. Meno caldi, invece, in periferia, dove la campagna elettorale sconta un'organizzazione ancora confusa e una tiepidissima "chiamata alle armi" quando mancano poco meno di due settimane alle urne.

Storditi evidentemente, i territori, da una contesa inaspettata, che ha messo in crisi la stessa dirigenza nazionale costringendola a capitolare ed a modificare in tutta fretta lo Statuto del PD per "star dietro" all'esuberanza del figliolo fiorentino col chiodo fisso della rottamazione e che, messo in moto il suo camper, allo slogan di "Adesso", ha preso a girare lo stivale anzitempo per illustrare e persuadere della necessità di una svolta a 360 gradi nel partito di Pierluigi Bersani & company, infischiandosene e sfidando a viso aperto la vecchia nomenklatura, 

IN CAPITANATA | Ma ci si sta attrezzando. Dopo Matteo Renzi, la Capitanata si prepara ad accogliere anche Bersani, venerdì prossimo, all'Altrocinema Cicolella, a Foggia. La tre giorni pugliese del segretario nazionale partirà proprio dal capoluogo dauno dove troverà, a tifarlo, quasi il 90% del partito foggiano. Se non altro, la gran parte della dirigenza locale del PD. Già 40 i comitati sorti sul territorio provinciale: ai "Tutti per Bersani", coordinati dal deputato Michele Bordo, vanno aggiunti quelli dei Modem, "Bersani al centro", i "Giovani Democratici per Bersani" e quelli squisitamente femminili, "Donne democratiche per Bersani", nati su iniziativa dell'ex componente della segreteria provinciale, Maria Di Foggia ("ex" perchè la segreteria provinciale, lo ricordiamo, dopo la deludente performance delle scorse amministrative, è stata azzerata, prima ed unica azione "disciplinare" del segretario provinciale, Paolo Campo).

In tutto, al momento, una quarantina, ai quali vanno aggiunti quelli del PSI di Lello Di Gioia, in via di costituzione. E' lì, in quei 40, che confluisce il 95% della rappresentanza istituzionale, dai parlamentari ai consiglieri ed assessori regionali, ai livelli provinciali e comunali, dichiaratamente schierati a favore del segretario nazionale. Giampiero Protano, già componente della segreteria provinciale, e l'ex assessore comunale di Foggia, Michele Salatto, invece, muovono i fili della rete pro Renzi. Circa una decina i comitati già sorti sul territorio provinciale: Foggia, San Severo, Lucera, Cerignola, Manfredonia,etc.. Ed è proprio Protano,  coordinatore del comitato provinciale "Adesso Capitanata", a marcare distanza e differenza: "Se lì c'è la vecchia dirigenza – commenta - con noi c'è la società civile.

I nostri comitati sono tutti gestiti da avvocati, docenti, giovani, c'è la responsabile del comitato Start Capitanata, Enza Sacco. La voglia di cambiamento, ormai, è un'esigenza indifferibile". E non esclude, Protano, un secondo passaggio del sindaco di Firenze in città. "Renzi chiuderà con tre tappe in Puglia. Stiamo lavorando affinché torni a Foggia".  Altro nome noto tra i renziani è quello di Franco La Torre, che guida il comitato pro sindaco di Firenze a Manfredonia, mentre a Lucera c'è Mario Monaco.

"OPPURE VENDOLA" | Ma si muove anche la macchina di Vendola, che cerca di recuperare terreno. Il presidente della Regione Puglia e leader di Sel ha voluto attendere la sentenza di un processo in cui era coinvolto per abuso d'ufficio nell'ambito della sanità pugliese prima di partire. Scagionato pechè " il fatto non sussiste" secondo i giudici che si sono pronunciati a fine ottobre, Vendola ha dato il via ufficiale alla sua corsa a Palazzo Chigi.

In Capitanata può contare già sul supporto di 25 comitati "Oppure Vendola", tra riferibili a SEL  e spontanei, fa sapere il segretario provinciale, Domenico Rizzi, ed un'altra trentina conta di mettergli a disposizione entro la fine della settimana il consigliere regionale Pino Lonigro, leader di Socialismo Dauno, che molto si sta dando da fare in questo periodo.

"Siamo partiti in ritardo - commenta Lonigro - ma ci stiamo attivando. Il subappennino è già presididato. Contiamo di farlo in settimana su Foggia e sul Gargano". Anche se, stando alle dichiarazioni ufficiali di democratici di peso, a differenza delle scorse competizioni, questa volta in Capitanata il leader di Sel non dovrebbe far breccia e trovar sponda nei militanti Pd. "Questa volta è diverso - dichiara a Foggiatoday l'assessore regionale Gentile, tra le più vicine al governatore e che all'ultima competizione per lo scranno di via Capruzzi  votò, ammette, Vendola piuttosto che il candidato Pd, Francesco Boccia. "Questa è un'altra competizione" riconosce, "si vota per eleggere il nuovo premier e il nostro segretario è quello più indicato per fare sintesi delle diverse anime che attraversano e muovono il centrosinistra italiano". 

PUPPATO E TABACCI | Diverso il discorso invece per gli altri due candidati che in Capitanata non sembrano fare breccia. Al di là di qualche comitato di "rappresentanza" per il secondo, Laura Puppato non è un nome che scalfisce la base e l'elettorato foggiano. 

OLTRE 60 UFFICI ELETTORALI | Il conto alla rovescia, dunque, è iniziato. Gli uffici elettorali insediati in Capitanata per lo svolgimento delle primarie del 25 novembre (e 2 dicembre in caso di ballottaggio) sono oltre 60. I luoghi in cui potersi iscrivere sono per la gran parte le sedi dei circoli e delle sezioni del Partito Democratico, del Partito Socialista e di Sinistra Ecologia e Libertà, ma non mancano le sedi di associazioni che “”hanno deciso di partecipare attivamente a questo grande evento politico e civico”, commenta il coordinatore del Comitato provinciale per le Primarie Gianluca Ruotolo.

“Il successo della nostra iniziativa si deve ascrivere, innanzitutto, ai circa 200 volontari che, con passione e sacrificio, sono al lavoro per mettere a disposizione dell'Italia questo straordinario strumento di democrazia e partecipazione" dichiara ancora Ruotolo che fa sapere di aver contato già 2mila preiscritti. "In tutta la Capitanata contiamo di portare al voto 30mila elettori", ne è certo.

PRIMARIE: QUANDO SI VOTA

PRIMARIE: CHI PUO’ VOTARE

PRIMARIE: COSA FARE PER VOTARE

PRIMARIE: COME SI VOTA

PRIMARIE: I CANDIDATI

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento