Giallo primarie nei Comuni foggiani al voto, Lega contro Forza Italia: "Decise". Di Mauro: "Falso, sceglie Bari"

Botta e risposta tra Andrea Caroppo e Raffale Di Mauro su quanto accaduto ieri al tavolo provinciale. La Salandra rinforza la tesi leghista. Angelo Cera in mattinata ha lasciato il centrodestra

Dovranno essere i segretari regionali a quanto pare a dirimere l’impasse venutosi a creare nel centrodestra provinciale rispetto alla strada da percorrere per l’individuazione delle candidature nei grandi comuni chiamati al voto. Un incontro sul tema a Bari è in programma venerdì. Saranno primarie come richiesto dalla Lega? Lo deciderà Bari, evidentemente. San Severo, Lucera, Torremaggiore, ora anche San Giovanni Rotondo. Le partite sono ghiotte ed importanti, in cui alle rivendicazioni dei partiti (questo Comune a me, quest’altro a te) si aggiungono le ambizioni personali. E il tavolo riunitosi ieri ha fatto saltare la coesione con fatica raggiunta su Foggia nelle settimane scorse, provocando la netta rottura con l’Udc di  Angelo Cera, che stamattina ha ringhiato contro “l’arroganza della Lega”, ma distanze enormi, par di capire, vi sarebbero anche con Forza Italia. Gli emissari di Caroppo (Potenza ed Ursitti) sarebbero stati irremovibili ieri: gazebo ovunque. Con tanto di data: 24 marzo. Un’ipotesi di lavoro che non solo ha fatto saltare sulla sedia Cera, convinto della necessità di un accordo politico )e che, pertanto, ha raccolto i bagagli ed è andato via), ma che vede in queste ore smarcarsi anche Raffaele Di Mauro: “Mai deciso primarie dappertutto”.

Contro questa versione si esprime il segretario regionale della Lega. “Nella riunione di ieri non solo la Lega ma tutte le forze politiche, esclusa l'Udc, alla luce dell'eccezionale risultato di partecipazione a Foggia, si sono espresse per la celebrazione delle primarie nei comuni superiori ai 15000 abitanti – ha precisato questo pomeriggio a Foggiatoday Andrea Caroppo, rigettando le accuse di “Lega arrogante” e richiamando tutti i soggetti presenti al tavolo alla posizione assunta ieri nella riunione politica-. Ripeto, la riunione si è chiusa con l’accordo di tutti i partiti, esclusa l’Udc. Con date verbalizzate. Poi, se qualcuno ha cambiato idea di notte…” ironizza.

Per Di Mauro, però, le cose non stanno così: “Quella delle primarie era solo un’ipotesi di lavoro, nulla di ufficiale è stato né firmato né deciso. Per comuni importanti come San severo e Lucera l’amico Caroppo sa benissimo che non si può fare ameno di consultare i regionali. Se poi Caroppo mi fa vedere un documento da me firmato sono pronto a dargli ragione. A riprova di quanto affermo – aggiunge- vi è la circostanza che le decisioni verranno prese venerdì a Bari. Un momento che auspico sia di riconciliazione anche con l’Udc, atteso che è forza importante al tavolo del centrodestra, con la quale peraltro siamo federati a livello nazionale”.

 “Per quel che ne so io, è stata valutata la possibilità di primarie anche nei centri superiori ai 15mila abitanti ieri al tavolo, negli stessi termini di Foggia, con l’unica eccezione che se i candidati sono espressione politica dei partiti, non c’è necessità di raggiungere un determinato numero di firme” afferma su queste colonne Giandonato La Salandra, coordinatore provinciale Fratelli d’Italia, dando così ragione alla versione di Caroppo. “Pare che in queste ore però ci sia un altolà, perché i gazebo invece di unire, rischiano di dividere. Non so come andrà a finire, ci sono strani rumors anche su Foggia” rivela. “So che sono stati interessati i coordinatori regionali. La cosa triste è che qui invece di parlare di cose concrete, di programmi, si parla solo delle aspirazioni personali di qualcuno, per quanto legittime. Le rivendicazioni sono tante. E siamo già a 90 giorni dal voto”.

Come il giallo primarie andrà a finire lo si scoprirà venerdì. Resta l’incapacità delle forze politiche di addivenire a soluzioni condivise attorno anzitutto ad un progetto politico, prima che ad un nome, ricorrendo a Bari. Anche in questo caso. Quando, appunto, si è soltanto a 90 giorni dal voto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento