Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da "Fai vincere Foggia" a "E' viva Foggia": dopo le Primarie Landella vuole il bis per "portare avanti il progetto di 5 anni fa"

"Il vero successo è aver ricompattato il centrodestra". Il sindaco di Foggia Franco Landella commenta la vittoria alle primarie a scapito degli avversari Luigi Miranda e Leonardo Iaccarino: "Il centrodestra unito vince"

 

Primarie centrodestra: il commento di Franco Landella 

“La straordinaria partecipazione popolare alle elezioni primarie ci dice che il centrodestra ha saputo risvegliare interesse e passione. Uno strumento che la nostra coalizione sperimentava per la prima volta e che ci ha permesso di dimostrare capacità organizzativa ed attrattività, con la città di Foggia che ha fatto registrare grossomodo lo stesso numero di partecipanti delle primarie di Bari, pur avendo una platea di potenziali elettori di gran lunga inferiore a quella del capoluogo pugliese.

Desidero dunque ringraziare Luigi Miranda e Leonardo Iaccarino, il comitato organizzatore e quello di garanzia, i vertici di Forza Italia, Lega, UdC, Fratelli d’Italia, Direzione Italia, Partito Liberale e Movimento Idea ed i circa 14mila cittadini che hanno espresso la loro preferenza. Ma soprattutto voglio ringraziare i volontari e le volontarie che con uno spirito di sacrificio meraviglioso hanno reso possibile questa stupenda festa di democrazia. Perché le elezioni primarie sono state innanzitutto una grande giornata di democrazia, in cui il popolo del centrodestra ha ritrovato compattezza ed unità, sia pure nella diversità delle proposte che si sono confrontate.

La mia vittoria, naturalmente, mi inorgoglisce. Ma mi carica anche di una responsabilità resa ancor più forte da una legittimazione arrivata dalle urne, direttamente dal nostro popolo e non soltanto dai gruppi dirigenti dei partiti politici dell’alleanza. Insieme abbiamo salvaguardato l’unità della coalizione ed abbiamo fatto fare un passo in avanti allo schieramento in cui ci identifichiamo.

Credo che il risultato finale sia il riconoscimento del lavoro che l’Amministrazione comunale ha messo in campo in questi cinque anni, prima ancora che un’affermazione di carattere personale. Hanno vinto i risultati raggiunti e la consapevolezza dei traguardi tagliati muovendoci da un punto di partenza per nulla facile, vista la disastrosa eredità raccolta al momento del nostro insediamento. Hanno vinto i fatti, le certezze, la concretezza. Un patrimonio che appartiene all’intero centrodestra, che da oggi è più forte e largo. 

Il percorso che da oggi abbiamo di fronte chiama ciascuno di noi ad operare per difendere la rinascita di Foggia che con fatica abbiamo avviato. Dobbiamo proteggerla da un centrosinistra che con la candidatura a sindaco di Pippo Cavaliere vorrebbe riportare la lancette dell’orologio a dieci anni fa, offrendo, di fatto, una proposta che i cittadini hanno già bocciato politicamente ed elettoralmente nel 2014 e da un Movimento 5 Stelle del tutto incapace di governare una città complessa come la nostra.

Il centrodestra unito è l’unica garanzia per continuare a far viaggiare Foggia sui binari giusti e per raccogliere i frutti della programmazione che abbiamo messo in cantiere in questi anni di governo. Il centrodestra è l’unica garanzia per far andare avanti una città che non deve fermarsi, proteggendola da chi vorrebbe farla tornare indietro”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento