Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primarie centrodestra, c'è anche il foggiano Mainiero: "Io in campo contro Landella e 15 anni di malgoverno"

Dopo il sindaco di Foggia, ufficializza la sua candidatura anche il capogruppo dei Fratelli d'Italia. "Solo io rappresento la discontinuità"

 

Sceglie le colonne di Foggiatoday Giuseppe Mainiero per lanciare ufficialmente la sua candidature alle primarie del centrodestra che sanciranno il candidato sindaco alle elezioni comunali di Foggia. Qualche minuto fa ha rotto gli indugi anche il sindaco del capoluogo, Franco Landella, che sarà il candidato di Forza Italia (costretto a capitolare, dopo aver allontanato a più riprese l'ombra dei gazebo per "questioni di dignità"). Si attendono ora il candidato della Lega (in campo la doppia proposta Vigiano - Miranda), che nel pomeriggio dovrebbe riunire la segreteria cittadina per fare una scelta, e il candidato dell'Udc, Leonardo Iaccarino (che, secondo rumors, dovrebbe essere della partita). Comincia così a farsi chiarezza in una coalizione nel caos più totale fino a ieri. 

"Solo io rappresento la discontinuità a 15 anni di malgoverno, in cui rientrano a pieno titolo anche Landella e tutti coloro che si preparano a scendere in campo e che fino a ieri lo sostenevano" dichiara Mainiero ai nostri microfoni. "La mia opposizione in questi anni l'ho fatta in piena solitudine, saranno loro a dover spiegare ora come mai si candidano contro un sindaco che hanno sostenuto". 

Il Codice Etico sottoscritto a livello regionale detta le condizioni per "non farsi troppo male": tra queste anche non gettare discredito sui competitor e sul governo uscente. Sarà rispettata? Si preannunciano giorni difficili e al veleno in casa centrodestra, che va la prima volta ai gazebo (oltre Foggia, ci sono anche Bari e Lecce). Secondo quesito: troppi candidati non rischiano di fare proprio il gioco del sindaco uscente? 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento