rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Emiliano presenta ed elogia Lusi: "Coraggiosa a sfidare il dissenso di Elena Gentile"

Patrizia Lusi, candidata consigliere regionale e capolista del PD: "Mi ha ferito l'essere definita una bambolina presa da catalogo postalmarket proprio da chi conosce il mio senso di responsabilità"

"Abbiamo deciso di buttare ancora una volta il cuore oltre l'ostacolo, perchè candidare capolista le migliori donne che avevamo è una scelta rischiosa". Ha esordito così, Michele Emiliano, presentando la candidatura "autorevole e coraggiosa", di Patrizia Lusi, capolista del PD in provincia di Foggia alle elezioni regionali.

Pronti e via, il candidato presidente ha affrontato il tema caldo del momento, provando a fare chiarezza rispetto alle critiche mosse da Elena Gentile, che a un'emittente barese aveva bocciato così le scelte di Emiliano: "Inventarsi una capolista magari sfogliando un catalogo di postal market offende le donne". 

Non si è fatta attendere, seppur impreziosita da un pizzico di ironia, la risposta del segretario regionale del PD: "Mi aspetto che la migliore delle donne che noi abbiamo, per energia e per indipendenza dal segretario, si metta a disposizione di tutte le capolista che sono lì per fare una battaglia politica". "Abbiamo scelto di designare sei donne capolista, esattamente come è successo alle Europee, dove tutto il Partito Democratico, su mia indicazione, sostenne la candidatura di Elena Gentile. E io mio auguro che ora altrettanta compattezza e coerenza ci siano nel supportare la candidatura di Patrizia e delle altre donne che andranno in lista".

Poi la proposta a tutti i circoli del Partito Democratico: "Chiederemo di lasciare alla capolista e in particolare alle donne una quota di voti come si faceva una volta nei partiti degni di questo nome, seguendo un indirizzo". E la precisazione: "Il partito farà campagna elettorale solo per le donne, io non farò manifestazioni elettorali con candidati uomini di nessun partito, ma solo con le donne di tutti i partiti del centrosinistra che me lo chiederanno". Per il candidato presidente alla Regione Puglia, "la questione di genere è una priorità, e tentarla di trasformarla in altra cosa è dispetto alle donne". 

Regionali 2015 | Emiliano presenta Patrizia Lusi: le foto

Michele Emiliano ha messo i puntini sulle "i", senza però alzare i toni della discussione: "Fisicamente è rischioso per me contrappormi ad Elena Gentile, ma continuerò a ripeterle che la rappresentazione del mondo che ognuno di noi ha, non è detto che sia quella giusta. Bisogna accettare l'idea che altri la pensino diversamente. E io devo ringraziare Patrizia, che sfidando il dissenso del grande capo Elena Gentile, ovviamente ha mostrato grande coraggio, quello che le donne devono fare, che non devono avere timore nè per gli uomini e nè per le donne che si sono affermate in politica. Non dovete fare politica solo perchè un maschietto o un capo donna ve lo consente, ma dovete andarvela a prendere da voi"

Perchè proprio Patrizia Lusi? "Perchè Patrizia mette in campo una grande capacità di vivere la vita con gioia, l'intelligenza nella sua dimensione professionale, familiare e politica. E' una persona che conosce la vita nei suoi aspetti positivi e negativi, è una professionista che si è occupata di fondi strutturali europei per molto tempo". E poi ancora: "Legata al centrosinistra da sempre, si è candidata anche in battaglie elettorali difficilissime, non ha avuto paura, non è stata lì a contare i voti, non ha quel tatticismo che a volte ammazza la politica"

"Tutti elementi - precisa l'ex magistrato barese - che di fronte alla sua disponibilità mi hanno spinto, insieme al segretario e alla direzione provinciale, a sceglierla come capolista. Mi auguro che non ci sia un diktat - sottolinea Emiliano - che blocchi altre donne dal volersi candidare e soprattutto mi auguro che la discussione sia aperta, e dove le donne comprendano che se voi non cominciate a girare per i comuni, a farvi riconoscere nei circoli".

La capolista PD e candidata consigliere regionale ha rimarcato “l’entusiasmo di questa sfida così difficile: una sfida che io intendo portare avanti al servizio della Capitanata, della Puglia, del Pd. Una candidatura, la mia, che giunge dopo anni di attività politica con incarichi di responsabilità per l’Italia dei Valori e poi dentro il Partito Democratico. Ci tengo a sottolineare questi elementi perchè mi ha ferito l’essere definita una “bambolina presa da catalogo postalmarket” proprio da chi conosce il mio senso di responsabilità, il mio spirito di servizio rispetto al Pd e a progetti politici di più ampio respiro.  Eppure, con Elena Gentile, abbiamo spesso condiviso un  percorso politico e non ho esitato né a sostenerla a viso aperto alle ultime elezioni europee, né a fare un passo indietro quando lei stessa me lo hai chiesto”. In merito alla sua candidatura e ai suoi impegni per il territorio, la capolista dichiara di voler portare “in seno al Consiglio Regionale della Puglia la grande bellezza della Capitanata, le sue straordinarie ricchezze storiche, territoriali e culturali. E intendo farlo attraverso un processo di dialogo, di ascolto e di confronto con il territorio e con i suoi cittadini”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche gli ex sindaci di San Marco in Lamis (Michelangelo Lombardi, presidente provinciale dell’Assemblea Pd), Luigi Damiani, ex sindaco di Vico del Gargano, e Antonio Santacroce, sindaco di Volturino. Tutti e tre hanno espresso consenso e soddisfazione per la candidatura di Patrizia Lusi: “Una candidatura giovane, fresca, dinamica. Una persona ricca di idee. Attorno a lei è possibile costruire un percorso di svecchiamento delle nomenclature del Pd e di valorizzazione delle risorse della Capitanata”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano presenta ed elogia Lusi: "Coraggiosa a sfidare il dissenso di Elena Gentile"

FoggiaToday è in caricamento