Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica San Michele / Corso Giuseppe Garibaldi

Luigi Miranda "svecchia" il Comune: "Pratiche ottocentesche. Ora si cambia"

Il presidente del consiglio comunale di Foggia preannuncia novità importanti sul fronte tecnologico. Niente più messo comunali. Consiglieri obbligati ad usare computer e posta certificata

Indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) per tutti i consiglieri per comunicare con la Pubblica Amministrazione ed area internet riservata dove poter visionare e scaricare la documentazione riguardante l'attività di Consiglio, con notevoli risparmi di carta, inchiostro e tempo.

Parte da qui la "rivoluzione copernicana" promessa in campagna elettorale dall'attuale presidente del consiglio comunale di Foggia, Luigi Miranda, che ha fatto dell'efficientamento della macchina comunale e del contenimento delle spese il suo cavallo di battaglia.

"Al mio insediamento ho trovato una situazione a dir poco incredibile, ottocentesca. In questo ente era sconosciuta la tecnologia. Basti pensare che le convocazioni del consiglio comunale avvenivano sino a ieri tramite messo comunale, incaricato di recapitare personalmente a circa 60 persone un semplice foglio, con aggravi di tempo e di costi. Per non parlare dello spreco di carta per riprodurre centinaia di copie di delibere e di pareri. Questo ente consuma circa 600mila foglia A4 in un mese e mezzo: assurdo ed insostenibile".

Da oggi, invece, basterà un clic: il consigliere riceverà un sms-alert che lo informa dell'arrivo di una mail sul suo indirizzo di posta elettronica certificata mentre con uno username ed una password potrà accedere alla Area riservata del sito del Comune di Foggia e visionare tutto ciò di cui necessita. "Per la verità questo servizio esisto da tempo - aggiunge Miranda- il problema è che non lo si è fatto mai funzionare".

Stop agli sprechi dunque. Celerità (e certezza) nelle comunicazioni. Rispetto dell'ambiente. "Abbiamo stimato un risparmio di circa 1000 euro per consiglio comunale. Considerando mediamente tre convocazioni al mese, i conti son presto fatti. Ma, al di là del risparmio, l'obiettivo che mi premeva raggiungere era la certezza dell'interlocuzione con i consiglieri: da oggi nessuno potrà più dire non ho ricevuto nulla o le carte non sono arrivate in tempo".

Non solo perché "esaurite le scorte, a palazzo di città verranno usati solo carta riciclata e toner rigenerati" promette Miranda che annuncia anche l'installazione di una linea WI FI gratuita nell'aula comunale e un briefing bimestrale con la stampa per rendicontare il lavoro svolto nelle commissioni consiliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luigi Miranda "svecchia" il Comune: "Pratiche ottocentesche. Ora si cambia"

FoggiaToday è in caricamento