Politica

Popolari pugliesi tranchant: "Nostro obiettivo è porre fine all'amministrazione Landella"

Il commento del gruppo consiliare e del coordinator provinciale Rino De Martino dopo la decisione di Antonio Capotosto e Pasquale Rignanese di dar vita a 'Insieme per Foggia' a sostegno del sindaco Franco Landella

“I Popolari Pugliesi confermano la propria distanza dalla linea  che il sindaco di Foggia si ostina a inseguire nel tentativo di salvare il suo governo dal baratro in cui è riuscito irrimediabilmente a cacciarsi. E se Capotosto e Rignanese hanno cambiato idea, liberi di farlo, ma sono fuori dalla nostra formazione consiliare che ha un solo mandato ben chiaro: porre la parola fine a questa esperienza amministrativa”. Così Rino de Martino, coordinatore de I Popolari Pugliesi, commenta la scelta che i consiglieri Capotosto e Rignanese hanno assunto - dice Rino de Martino - con un eclatante “salto della quaglia”.

A sostegno di questa netta presa di posizione intervengono anche i consiglieri Massimiliano Di Fonso e Danilo Maffei. "Avevamo concordato in piena armonia che l’unica via praticabile per noi nel compromesso quadro politico venutosi e determinare poteva  ritrovarsi in un sostegno istituzionale, non politico, ma evidentemente Capotosto e Rignanese sono caduti nel cappello del mago con il quale il sindaco Landella va in giro nel tentativo di cercare una maggioranza che non ha più e che non riuscirà a ricomporre, non solo perché nessuna voce di quell’apparato si alza per difenderne le scelte e l’operato, ma soprattutto per le nubi calate sul Palazzo che sembrano voler preannunciare giorni sempre più difficili da gestire”.

"Al di là delle promesse che il sindaco può aver immaginato per far far cambiar pensiero ai due consiglieri - rincara la dose Danilo Maffei - resta il fatto davvero stupefacente di come due persone così esperte e navigate possano cadere in un’attrazione che si rivelerà fatale, per  le stesse ragioni sulle quali Capotosto e Rignanese hanno più volte posto l’accento con  dichiarazioni pubbliche e in documenti politici, salvo poi esercitare una giravolta spericolata. In ogni caso, auguri ad entrambi. Chissà che questa volta Landella non faccia sul serio”.

"Vero è - conclude la nota diffusa da Rino de Martino - che questa  storia del Comune di Foggia è giunta ad un punto di non ritorno, come dimostrano i disimpegni ed il clima di veleni che avvolge il Palazzo,  non ultime le dimissioni di Giovanni Quarato, tutti segnali indicativi di di quanto sia lunga la distanza dai cittadini dell’attuale governo civico, incapace di intercettare il degrado morale e gestionale in cui la Città di Foggia è venuta a trovarsi, nonostante qualche compiacente intervista che vorrebbe rappresentare un sindaco con il vento in poppa, ancora  in vena di proclami per un futuro che non c’è. Tutto  ciò in attesa del lavoro che la commissione d’accesso sta svolgendo per accertare, come il Prefetto ha disposto, fatti e misfatti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Popolari pugliesi tranchant: "Nostro obiettivo è porre fine all'amministrazione Landella"

FoggiaToday è in caricamento