De Leonardis all'assessore Nardoni: "Ma Foggia fa ancora parte della Puglia?”

L'interrogativo, provocatorio ma non troppo, diretto all'assessore regionale all'Agricoltura. "Puntare solo su zootecnia e olivicoltura per ottenere aiuti comunitari è una scelta suicida"

Giannicola De Leonardis

“Assessore Nardoni, ma la Provincia di Foggia fa ancora parte della Puglia?”. Se lo chiede – in modo provocatorio ma non troppo - Giannicola De Leonardis, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra e presidente della settima Commissione Affari Istituzionali. “Mi permetto di ricordare all’assessore Fabrizio Nardoni - spiega - che, tra le ‘risorse agroalimentari’ di cui lui si dovrebbe occupare (grano duro, pomodoro e barbabietola) rivestono un’importanza fondamentale non solo per la provincia di Foggia (la prima in Italia per queste produzioni, anche se evidentemente appare un trascurabile dettaglio) ma per la Puglia tutta”.

“Puntare esclusivamente su zootecnia e olivicoltura per ottenere aiuti aggiuntivi comunitari in accoppiata - continua - può rivelarsi una scelta suicida, soprattutto in una fase particolarmente delicata come l’attuale che porterà alla definizione delle linee guida della nuova Pac, destinate a incidere profondamente sul mondo agricolo nell’immediato futuro”.

De Leonardis è “amareggiato per l’ennesima dimostrazione di miopia politica e amministrativa” e condivide “il profondo malessere delle principali organizzazioni di categoria, che hanno opportunamente paventato e denunciato i rischi e le ripercussioni disastrose di un simile, discutibile orientamento”. Per questo, auspica “una decisa correzione di rotta in vista dell’incontro decisivo del prossimo 8 maggio al Ministero, nell’interesse dell’intero comparto e non di specifiche, privilegiate filiere e di territori più ‘fortunati’”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La provincia di Foggia fa ancora parte della Puglia, almeno crediamo e speriamo. Soprattutto della Puglia che considera l’agricoltura una ricchezza e un patrimonio, nonché un ponte tra passato e futuro, tra tradizione e innovazione. Da valorizzare e non affossare, da rendere sempre più competitivo e non debole di fronte alla marcata concorrenza internazionale, da difendere e non tradire” la sua conclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento