San Marco in Lamis: Angelo Cera risponde al PD e a Nardella

Nardella farebbe bene a uscire la squadra di governo prima del turno di ballottaggio, onde evitare di far ritrovare ai cittadini sammarchesi, personaggi che gli stessi elettori hanno mandato a casa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Comunicato stampa di Angelo Cera

Nardella si legga prima i comunicati del PD locale e poi faccia le sue dichiarazioni” è quello che dice l’On. Cera, candidato alla carica di Sindaco per il Comune di San Marco in Lamis. “Leggendo i comunicati del PD e del candidato Nardella si evince solo una cosa: che qualcuno dice balle. Se da una parte il PD sammarchese ufficializza la sua netta presa di posizione sul Sindaco berlusconiano Nardella, confermando che dallo stesso sono stati offerti posti di governo, dall’altro Nardella parla solo di “intenti”. Qualcuno pensa evidentemente che i cittadini siano così ingenui da essere presi per il naso dal duo Lombardi-Nardella. Quest’ultimo, che dice di essere il volto nuovo, dimostra di fatto di essere il “più vecchio dei vecchi” nel suo modo di fare politica. Nardella farebbe bene a uscire la squadra di governo prima del turno di ballottaggio, onde evitare di far ritrovare ai cittadini sammarchesi, personaggi che gli stessi elettori hanno mandato a casa, come si dice: “sono usciti dalla finestra, e adesso entrano dal portone”.

E aggiunge: “Sono stato più volte accusato sul mio lato personale, e per gli odi che alcuni politici locali mostrano nei miei confronti. Speravo sinceramente che il candidato Nardella, si mostrasse leggermente superiore a queste sterili polemiche, e invece, a onor del vero, vediamo un candidato berlusconiano allearsi con Lombardi & c., uniti da un sentimento personale, e non per il voler bene della città. Ed è su queste basi che i cittadini sammarchesi devono valutare chi si propone di amministrare la città nei prossimi anni – continua Cera – nei confronti di chi fa inciuci politici da una parte, rimettendo in gioco personaggi che la gente ha bocciato, e dall’altro non dimostra senso di responsabilità nei confronti dei cittadini sammarchesi, che aspetta notizie su come si vuole amministrare il paese, la gente deve fare una attenta valutazione”.

E sulle accuse rivolte dal PD sammarchese, l’On. Cera risponde: “I cittadini sanno benissimo che non mi sono mai messo in prima persona nell’amministrare la cosa pubblica. Il paese viene da dieci anni di amministrazione Galante, e cinque di Michelangelo Lombardi, e da una parentesi di centro-destra, nella quale il partito dell’Unione di Centro ha riconosciuto i propri sbagli e si è subito tirato fuori – dice Cera – io mi sono proposto come candidato alla carica di Sindaco, perché ho un debito nei confronti del paese. Voglio amministrare direttamente per portare un futuro certo, se mi sarà data l’opportunità. Se gli amici Lombardi, Leggieri, Cera e Villani preferiscono appoggiare, pur di fare un torto personale nei miei confronti, il candidato berlusconiano Nardella, sono liberi di farlo. Ma certamente, non potranno dire che hanno ragionato in termini politici e per il bene di San Marco”.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento