Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Con il censimento delle barriere architettoniche, comincia il percorso verso la realizzazione del Peba

La prima fase prevede il coinvolgimento dell'intera città: a tutti i cittadini e associazioni sarà chiesto di segnalare le barriere architettoniche presenti nelle strade, parchi ed edifici

Peba a Foggia. Passi in avanti sulla realizzazione del piano di eliminazione delle barriere architettoniche. Ad annunciarlo è il consigliere comunale della Lega Antonio Vigiano. Nella mattinata di oggi, infatti, è partita la prima fase di realizzazione del PEBA (piano di eliminazione delle barriere architettoniche) del Comune di Foggia.

“In questa prima fase, quella più coinvolgente per l'intera città, – spiega il consigliere comunale – è richiesta la fattiva partecipazione di tutti i cittadini e delle associazioni di categoria, che potranno segnalare, con tanto di fotografie allegate, le barriere architettoniche presenti nelle strade, nei parchi e negli edifici comunali collegandosi al sito istituzionale del Comune di Foggia e accedendo alla apposita sezione denominata ‘azioni per abbattimento barriere architettoniche’, presente sulla homepage, oppure attraverso cellulari e tablet alla applicazione ‘Pubblicapp’.

Il PEBA che si è deciso di realizzare al termine del tavolo tecnico tenutosi questa mattina tra lo scrivente, l'Ing. P. Affatato e il Geom. R. Fatibene, ha l'ambizione di spingersi oltre gli iniziali confini, in quanto le barriere che l'amministrazione comunale intende rimuovere attengono alla mobilità e alla fruibilità degli spazi pubblici di tutti i cittadini, anche bambini ed anziani”.

Vigiano prosegue: “Foggia, anche grazie alle sollecitazioni raccolte dal Sindaco Landella, finalmente si avvia ad essere una città inclusiva, accessibile a tutti e senza barriere architettoniche, materiali ed immateriali, e a riprova che l'attuale amministrazione comunale crede fermamente in questi principi di civiltà è stata già prevista una piccola ma significativa copertura finanziaria per rendere effettiva sin da subito l'eliminazione delle barriere architettoniche che influiscono sul quotidiano”.

Il consigliere comunale conclude: “Anche se posso sembrare ripetitivo, invito nuovamente tutti i cittadini e le associazioni di categoria a collaborare con l'amministrazione comunale per la realizzazione di questo grande progetto di civiltà, che serve, almeno lo spero, ad avvicinare le nostre coscienze a quelle delle persone più svantaggiate, perché il PEBA non sia soltanto la redazione di uno strumento urbanistico ma sia anche e soprattutto un cambiamento mentale e culturale, un modo per avvicinarsi e rispettare la diversa abilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il censimento delle barriere architettoniche, comincia il percorso verso la realizzazione del Peba
FoggiaToday è in caricamento