Il post di Saverio Siorini indigna il PD, che scrive a Salvini: "Questi siete voi"

I membri del Circolo 'Nicola Cisternino' al leader del movimento: "Tali parole si indirizzano verso l’istigazione a delinquere, un reato. Quanto sono condivise dalla comunità degli elettori e dai dirigenti di “Noi con Salvini”? 

Il post incriminato

Non si può definire certo uno 'scivolone', il post della vergogna pubblicato sul noto socialnetwork Facebook dal segretario cittadino del movimento 'Noi con Salvini', Saverio Siorini. Lo stesso, infatti, nel nel condividere la notizia dell’atroce stupro di gruppo a Rimini, si chiede: “ma alla Boldrini e alle donne del PD, quando dovrà succedere?”. Una uscita che ha provocato uno sdegno generale e generalizzato, e che ha spinto i membri del Circolo del Partito Democratico di San Giovanni Rotondo “Nicola Cisternino” a scrivere una lettera aperta al leader del Movimento, Matteo Salvini.

Il PD di San Giovanni Rotondo scrive a Salvini: "Questi siete voi!"

"Caro Salvini, questi siete voi!

L’odio genera odio. Il partito di Matteo Salvini lo sa, ma nonostante questo continua a coltivarlo, diffonderlo, giustificarlo. A San Giovanni Rotondo si è superato ogni limite, con il segretario cittadino Saverio Siorini che, su fb, nel condividere la notizia dell’atroce stupro di gruppo a Rimini, si chiede: “ma alla Boldrini e alle donne del PD, quando dovrà succedere?”.

Parole che non meriterebbero alcun commento, se non fosse che il partito che Siorini sostiene e rappresenta localmente ha esponenti in Parlamento e si candida a guidare il Paese in forza alla destra italiana. Noi donne e uomini del Partito Democratico di San Giovanni Rotondo riteniamo che questa non possa essere definita neanche lontanamente “politica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di più, tali parole, che prendendo solo come spunto un fatto di cronaca, contengono un’inaccettabile violenza verbale e oltrepassano il pur ampio ambito della libertà di espressione, indirizzandosi verso l’istigazione a delinquere, un reato. Quanto sono condivise, ci domandiamo, dalla comunità degli elettori e dai dirigenti del partito “Noi con Salvini”, sia locali che nazionali? Dal silenzio noi ne trarremo conferma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Omicidio a Cerignola: almeno 11 colpi d'arma da fuoco, così è stato ucciso Cataldo Cirulli detto 'Dino Str'ppen'

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • San Severo, esplosione nella fabbrica di fuochi Del Vicario: c'è un ferito. Il sindaco: "Preghiamo per Luciano"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento