Martedì, 23 Luglio 2024
PALASPORT

Un Palasport a Foggia, ma il consigliere di maggioranza ammette: "Sappiamo bene che non si farà"

Nunzio Angiola sull'intervento del 12 giugno del consigliere comunale di Foggia, nonché presidente della Commissione Bilancio, Pasquale Ciruolo

Il Palazzetto dello Sport altro non sarebbe che una proiezione, che non convincerebbe nemmeno più di tanto alcuni consiglieri di maggioranza, atteso che nel Consiglio comunale del 12 giugno, l'ex sindaco di Panni e consigliere comunale di Foggia eletto nella lista Con di Michele Emiliano, Pasquale Ciruolo, nonché presidente della Commissione Bilancio, sulla questione ha invitato l'assise alla riflessione. E, oltretutto, a "meno politica":  

"Per me e lo dico chiaramente, per me è stato un errore di questa maggioranza votare favorevolmente quella mozione perché all'esterno di Foggia è uscito fuori che noi faremo il Palasport e noi sappiamo che quel Palasport non verrà fatto ed è bene dare alla città di Foggia perché non possiamo pensare di fare il palasport e poi non abbiamo neanche il bagno, non possiamo pensare di fare l'anfiteatro quando non abbiamo neanche un piccolo teatro".

Eppure, il 10 aprile scorso, il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità la mozione presentata il giorno prima dalla Terza Commissione Ambiente e Territorio, poi condivisa dall'amministrazione, proposta dal primo firmatario Claudio Amorese e da tutto il centrodestra. 

L'intervento del consigliere di maggioranza non è sfuggito all'ex candidato sindaco e consigliere comunale di minoranza Nunzio Angiola: “Solo due mesi fa, e precisamente nel consiglio comunale del 9 aprile, il presidente della III Commissione Ambiente e Territorio Giovanni Quarato e il consigliere Claudio Amorese, elogiavano il lavoro svolto dalla Commissione, la quale era riuscita a licenziare all’unanimità la proposta di mozione consiliare che una volta approvata avrebbe impegnato il sindaco e la giunta ad avviare, dopo trent’anni, tutte le procedure necessarie alla costruzione del nuovo palasport a Foggia"

Dopo la relazione finale dell’assessore al ramo, Mimmo Di Molfetta, la discussione si era chiusa con il richiamo categorico rivolto al sindaco e alla giunta dal presidente Quarato ad inserire nel Documento Unico di Programmazione l’opera pubblica e i finanziamenti da stanziare per le attività preliminari, con aggiornamento del Piano Triennale delle Opere Pubbliche.

Così il leader del movimento civico Cambia:  "Ti pareva che a Foggia potesse andare tutto liscio? Che almeno una volta si potesse fare qualcosa di buono? È arrivata la doccia fredda. Purtroppo care concittadine e cari concittadini, questi sono i fatti. Prima si assumono impegni formali, si votano le mozioni all’unanimità, per poi rimangiarsi tutto di lì a poco. Sullo sfondo i cittadini ignari e increduli che si allontanano in numero sempre maggiore dalla politica, perché in politica se la parola non ha valore, la stessa politica non ha valore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Palasport a Foggia, ma il consigliere di maggioranza ammette: "Sappiamo bene che non si farà"
FoggiaToday è in caricamento