Politica

La Capitanata perde tre ospedali, il Riuniti di Foggia 104 posti letto

L'Umberto I di San Marco in Lamis è il più tartassato. Dismessi anche i nosocomi di Torremaggiore e Monte Sant'Angelo. Tagli ovunque, anche al D'Avanzo

Ieri in Consiglio Regionale è stata approvata la ridefinizione del piano di rientro sanitario. La Capitanata è quella più colpita. I nosocomi di Torremaggiore, Monte Sant'Angelo e San Marco in Lamis, quest'ultimo il più tartassato, verranno dismessi e se tutto va bene riconvertiti.

L'ospedale Riuniti di Foggia, che conta 2mila e 500 dipendenti, perde 104 posti letto che potranno essere recuperati nel momento in cui verranno aperti i reparti di chirurgia vascolare e cardiochirurgia, quindi non prima di due anni. Com'era previsto non è stato toccato il reparto di rianimazione. Perdono qualcosa anche Manfredonia, San Severo e Lucera. In tutti 261 posti in meno, di cui 91 solo all'Ospedale Umberto I di San Marco in Lamis.

Anche l'altro presidio ospedaliero del capoluogo dauno, il D'Avanzo, ha perso 15 posti letto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Capitanata perde tre ospedali, il Riuniti di Foggia 104 posti letto

FoggiaToday è in caricamento