Osapp: migliorare le condizioni logistico-sanitarie del penitenziario

Per l'Organizzazione Sindacale Autonoma della Polizia Penitenziaria, servono finanziamenti e almeno settanta unità per fronteggiare il sovraffollamento dei detenuti

Si è conclusa da poco l'assemblea dell'Osapp, l'Organizzazione Sindacale Autonoma della Polizia Penitenziaria, svoltasi presso la Sala Conferenza "Rossa" della casa circondariale di Foggia. Prima ancora, intorno alle 11, i componenti del sindacato hanno effettuato un sopralluogo per approfondire le condizioni in cui sono costretti a lavorare gli agenti di polizia penitenziaria.

Durante l'assemblea è stato ribadito quanto scritto nel comunicato diramato agli organi di stampa il 15 dicembre. C'è un sovrannumero di detenuti, 350 in più rispetto ai 400 ospitabili. E' un dato che accentua il dramma logistico, d'accoglienza e d'igiene in cui versa il carcere del capoluogo dauno. C'è bisogno almeno di settanta unità, anche con trattamento di missione, provenienti da istituti penitenziari dove c'è minore urgenza; sono necessari anche finanziamenti per la riqualificazione del trentennale edificio e per misure e iniziative rivolte al milgioramento delle condizioni di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento