Interruzioni idriche e disservizi ad Orsara di Puglia, Lonigro: “Disagi e danni economici”

“Nel 2013 è inconcepibile che ancora intere famiglie restino senz’acqua a causa della frequente rottura della condotta che alimenta il paese”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Da molti anni i cittadini di Orsara di Puglia sono costretti a subire disagi per la frequente mancata erogazione idrica. Quali le ragioni del disservizio e quali i rimedi?”.

Il consigliere regionale Pino Lonigro lo chiede in un’interrogazione al presidente della Giunta Nichi Vendola e all’assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Giannini: “Non ritengo sopportabile una situazione del genere – commenta il presidente della prima commissione Bilancio, Pino Lonigro – perché nel 2013 è inconcepibile che ancora intere famiglie restino senz’acqua a causa della frequente rottura della condotta che alimenta il paese”.

“Per giorni interi, questa estate, i cittadini orsaresi sono rimasti senza l’apporto del prezioso liquido e questo, oltre ai disagi alla popolazione, ha arrecato tra l’altro notevoli danni economici alle attività del luogo, tanto che quasi 600 cittadini hanno promosso una petizione, inviando una lettera di intervento agli organi preposti.

Ho chiesto l’intervento delle massime cariche istituzionali della Regione Puglia, chiedendo che l’Acquedotto Pugliese realizzi urgentemente tutti i lavori necessari sulla rete idrica esistente, compresa la messa in opera di una nuova condotta di alimentazione al servizio del paese, che ora dipende dal bacino del comune di Troia. In tal modo, verrebbero eliminate, una volta per tutte, le cause che generano disagi e disservizi per l’intera popolazione di Orsara” aggiunge Lonigro.

“Sono vicino agli orsaresi e spero che la mia interrogazione possa servire a scongiurare simili disagi, che non devono ripetersi mai più: il diritto all'acqua potabile è inviolabile e condiziona la qualità della vita e la salute dei cittadini, per questo bisogna preservarlo” conclude.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento