Politica San Nicandro Garganico

San Nicandro ha due nuovi assessori, ma il sindaco dimentica la quota rosa

Valentino Altieri e Leo Giordano sono stati nominati al posto di Costantino Ciavarella e Loredana Di Salvia, entrambi esponenti di Forza Italia

Dopo la revoca degli assessori forzisti Loredana Di Salvia e Costantino Ciavarella, il sindaco di San Nicandro Garganico ha nominato due nuovi assessori, dimenticando però la quota rosa

"Apprendiamo con piacere che il sindaco ha nominato i due nuovi assessori. Peccato che il tempo trascorso dai ritrovati accordi, anche troppo, non sia stato sufficiente a ricordargli che la Legge n. 56/2014 (c.d. "decreto Delrio"), prevede che la Giunta comunale di città come San Nicandro Garganico debba avere almeno due componenti dell'altro sesso". Così il segretario cittadino del Partito Democratico di San Nicandro Garganico sulla sua pagina Facebook, dopo poche ore dalla pubblicazione del decreto di nomina dei due nuovi assessori a seguito della crisi amministrativa della scorsa settimana.

"Siamo certi che il sindaco, che ha sempre dichiarato di voler agire secondo legge, - conclude Vocale - non avrà difficoltà a rispettarla anche in questo caso, ponendo riparo a questa gaffe e inserendo un nome femminile al posto di uno degli attuali componenti di questa nuova giunta dei presunti miracoli a venire".

Sulla questione, il gruppo consiliare del PD ha anche inviato una diffida al sindaco, mettendone a conoscenza il prefetto di Foggia e il presidente della commissione Pari Opportunità della Regione Puglia, per evidenziare che gli assessori potrebbero operare nel pieno delle loro funzioni nonostante la composizione della giunta sia, di fatto, incostituzionale e perciò illegittima

I nuovi assessori – che prendono il posto dell’ex vicesindaco Costantino Ciavarella e di Loredana Di Salvia- sono Valentino Altieri, vicesindaco con delega alla Cultura e Leo Giordano nominato ai Servizi Sociali e al Patrimonio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Nicandro ha due nuovi assessori, ma il sindaco dimentica la quota rosa

FoggiaToday è in caricamento