rotate-mobile
Politica

Emiliano tiene i dem zitti e buoni

Nomina Rocco Palese assessore alla Sanità. Scontro Emiliano-PD. Pur essendoci delle divergenze e posizioni diverse, secondo il governatore della Regione, che fa parte con altri 15 consiglieri regionali del gruppo del PD, la riunione è terminata in maniera positiva

Michele Emiliano tiene tutti zitti e buoni, chiudendo definitivamente- seppur a fatica - la querelle scoppiata tra i dem pugliesi all’indomani della nomina alla Sanità di Rocco Palese, monumento del centrodestra ed ex assessore del Governo regionale targato Raffaele Fitto.

Si è svolta infatti, ieri, la riunione del Pd, al termine della quale il Partito democratico avrebbe fatto comprendere a Emiliano “che il ruolo che il civismo e le liste civiche svolgono sul territorio va regolato, perché la concorrenza troppo intensa che le liste civiche fanno al Pd, nei territori e nei comuni, alle volte provoca dei conflitti, che evidentemente la nomina di Rocco Palese ha poi fatto in qualche maniera detonare”.

Sostenuto dall’onorevole Francesco Boccia, secondo cui Rocco Palese, con il quale ha avuto modo di lavorare in commissione Bilancio, sarebbe "una delle persone più preparate e competenti”, Emiliano ha evidenziato - a nome di tutta la Giunta - che si tratta di una nomina tecnica. Sarebbe questa la vera ragione della nomina: "Utilizzare a favore della Regione Puglia un uomo esperto, competente, riconosciuto nei ministeri, stimato dalle forze politiche di maggioranza e opposizione”.

Pur essendoci delle divergenze e posizioni diverse, secondo il governatore della Regione, che fa parte con altri 15 consiglieri regionali del gruppo del PD, la riunione è terminata in maniera positiva. “Il Partito democratico avrebbe tranquillamente potuto avere personalità in grado si svolgere il ruolo di assessore, ma le condizioni in questo momento hanno fatto scegliere al presidente un tecnico, un dipendente della Regione Puglia”.

Un contentino che sa di beffa, oltretutto dal momento in cui Emiliano ha chiesto al Pd anche di dargli una mano: “Il partito deve rendersi anche conto che non è un compito semplice quello che ho delegato a Rocco Palese”. “Credo che alla fine, con calma, anche spiegando bene questa cosa a tutti i militanti del Pd, si potrà ricomporre questa incomprensione che si è verificata” ha concluso Emiliano.

Linea morbida del segretario regionale l'on. Marco Lacarra: "Nessuna nomina può in questo momento cambiare la linea della regione Puglia sulla sanità e, in particolare, sulla gestione della pandemia. Questo ci è stato assicurato con grande chiarezza da parte del presidente Emiliano".  La nomina di Rocco Palese - spiega - "non poteva non creare imbarazzo all’interno del centrosinistra, ma rientra nell’ambito delle scelte personali del presidente che vanno rispettate".

Lacarra guarda avanti: "Il Partito Democratico della Puglia continua, in ogni sede, a spendersi per un rafforzamento della sanità pubblica e per un potenziamento e una riorganizzazione della medicina del territorio. Personalmente, nel mio ruolo di parlamentare, ho anche ritenuto di tradurre questa battaglia, che appartiene all’intera comunità democratica pugliese, in una proposta di legge che prova ad attribuire specifiche missioni alle case della comunità, a promuovere un concetto di benessere che sia effettivamente olistico, a introdurre l’assistenza psicologica gratuita in modo strutturale nel nostro sistema sanitario e a potenziare l’assistenza domiciliare.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emiliano tiene i dem zitti e buoni

FoggiaToday è in caricamento