menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco la carica dei 45 per le primarie del Pd: Emiliano cerca il riscatto in tre liste

I big che accompagnano il governatore in questa sfida non avrebbero voluto rischiare in prima persona. Da Manfredonia, invece, Riccardi scioglie finalmente la riserva

5 liste per 45 candidati all'assemblea nazionale del Partito Democratico. Tanti sono i nomi della provincia di Foggia che accompagneranno i tre competitors alla segreteria nazionale nella lunga traversata che si concluderà con le primarie aperte del 30 aprile.

Le liste sono state consegnate ieri sera a Bari. Solo nove coloro che sederanno nel nuovo organismo nazionale. E la sfida si fa all'ultimo voto. Le liste sono bloccate. I primi posti, va da sè, sono i migliori, quelli che offrono le più alte percentuali di elezione. Da qui il confronto, aspro, nei giorni scorsi tra le varie anime che compongono ciascuna mozione per accaparrarsi il podio.

Causa diktat di Renzi in persona, ogni Federazione provinciale non ha potuto fare più di una lista collegata all'ex premier; una anche per il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando; ben tre invece quelle del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che tenta così di migliorare in Capitanata la performance non proprio esaltante del 2 aprile scorso, all'esito delle convenzioni di circolo.

Sarà per questo che i big che accompagnano il governatore in questa sfida non hanno voluto rischiare in prima persona (i nomi più di peso, dall'assessore regionale Piemontese alla deputata Colomba Mongiello, non sono in lista); o forse, si potrà obiettare, semplicemente si è voluto dare spazio ai territori.

Diverso il ragionamento, invece, per le liste Renzi/Martina e Orlando, che schierano in prima fila rispettivamente l'europarlamentare Elena Gentile e il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi. Quest'ultimo, in particolare, ha temporeggiato a lungo prima di schierarsi pubblicamente (lo ha fatto oggi con un post su Facebook), incontrando prima Luca Lotti e poi nomi vicini al presidente Emiliano.

Evidentemente seguire, come sempre, la corrente del Golfo gli sarà risultato alla fine più congeniale e meno rischioso. Emiliano, dal canto suo, punta sui Giovani Democratici (una delle tre liste è capeggiata dal segretario regionale Francesco Di Noia) e sul voto dei civici, ai quali si chiede, evidentemente, di fare la differenza. Nove, dicevamo, andranno a Roma. Tra i dirigenti si auspica l'equilibrio (3-3-3) ma le primarie aperte non consentono previsioni. 

Ecco tutti i nomi.

Mozione Renzi/Martina: Elena Gentile, Italo Pontone, Maria Addolarata Romano, Lorenzo Frattarolo, Maria Del Guardio, Incoronata Penna, Francesco Piracci, Luisa Buonpane.

Mozione Orlando: Angelo Riccardi, Lucia Vergura, Alfonso De Pellegrino, Annaclaudia Bonghi, Alessio Annolfi, Simona Gaudiero, Giovanni Vergura, Pina Cutolo, Enzo Quaranta.

Mozione Emiliano: 1) "NOI PER EMILIANO" - Di Noia Francesco (Zapponeta), Angelucci Antonella (Apricena), Prencipe Michele (Monte Sant'Angelo), Riontino Angela (San G. Rotondo), Altieri Giuseppe (San Severo), Guadagno Margherita (Troia), Prencipe Michele (Vieste), Panunzio Anna Lisa (Lesina), D'Ambrosio Mario (Sannicandro);

2) "EMILIANO PER L'ITALIA" - Emanuele Davide (Foggia), Russo Carmela (Foggia), Longo Michele (Cerignola), Ferro Caterina (San Marco in Lamis), Giordano Carlo (Stornara), Melchionna Donata (Candela), De Vito Francesco (Foggia), Perrone VIncenza (Poggio Imperiale), Perrone Giuseppe (Sant'Agata);

3) "LA PUGLIA PER EMILIANO" D'urso Giuseppe (Foggia), Zappatore Tiziana (Foggia), Santoro Pasquale (Ascoli), Ciccone Maria Pina (Foggia), Ferrucci Giuseppe (Torremaggiore), Zullo Francesca (Orsara), Celeste Fontino (Torremaggiore), Lembo Anna Lisa (Pietramontecorvino), Ventrudo Rocco (Orsara).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento