Politica

Provincia, firmate le deleghe: Cusmai vice, fuori Riccardi. Ma c'è Sgarro

Il decreto è stato firmato pochi minuti fa dal presidente Francesco Miglio. Sette delegati. Tre Pd, tre civici, uno Udc. Lucera mantiene l'ambiente

Il presidente della Provincia, Francesco Miglio, ha firmato il decreto con cui trasferisce le deleghe ai consiglieri della sua maggioranza. A distanza di oltre tre mesi, dunque, la struttura politica di Palazzo Dogana è pronta, finalmente, per mettersi al lavoro.

Sette in tutto i delegati, tre del Pd, tre civici (che ottengono anche la vicepresidente, confermata a Rosario Cusmai), uno dell'Udc. Per ciò che concerne i dem, il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri sarà il delegato provinciale ai Trasporti e alle Politiche sociali; il consigliere comunale di Foggia Pasquale Russo delegato provinciale ai Lavori Pubblici e Dissesto idrogeologico; il consigliere comunale di Cerignola, Tommaso Sgarro, delegato a Bilancio e Programmazione, Demanio e Patrimonio.

PD E CIVICI SI DIVINO LE PROVINCIALI, FI E NDC ALLA RESA DEI CONTI

Per ciò che concerne i civici, Raimondo Ursitti (consigliere comunale a Foggia all'opposizione, al momento, a Landella) entra nella rosa di centrosinistra provinciale con la pianificazione strategica e la manutenzione scolastica, il sindaco di Vico Michele Sementino al Contenzioso e Personale; resta in mani lucerine l'Ambiente: dopo Antonio Tutolo, tocca al suo consigliere comunale Giuseppe Pitta.

Angelo Cera fa pace con Miglio: Salvatore Mangiacotti ottiene Formazione professionale e politiche del lavoro. Come si noterà, resta fuori Angelo Riccardi, il più suffragato dei consiglieri Pd: pare sia stato lui stesso a rifiutare dopo aver avanzato a Miglio la "pretesa politica" della vicepresidenza per il Partito Democratico in virtù dei numeri ottenuti nelle urne (superiori ai civici), mentre, a tre giorni dalle primarie, entra Tommaso Sgarro, delfino di Elena Gentile, ed è paradossale vista la guerra politica ai civici che l'europarlamentare cerignolana sta portando avanti per le urne di domenica, in aperto contrasto con Miglio, Di Gioia & co. Accetterà Sgarro la delega?

Fuori invece Gaetano Cusenza, ex delegato al Turismo, Politiche culturali e Dimensionamento scolastico, e vicino a Sergio Clemente. La sua elezione nella lista di Ncd, infatti, avrebbe costituito un ostacolo politico al suo reinserimento nella squadra dei delegati. Al momento le sue deleghe sono in capo allo stesso Miglio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, firmate le deleghe: Cusmai vice, fuori Riccardi. Ma c'è Sgarro

FoggiaToday è in caricamento