Commercio e Sicurezza, l'amministrazione comunale nel mirino di Siorini: "Cosa è stato fatto?"

"Un'amministrazione che non si è mai preoccupata di un controllo di sicurezza nelle zone periferiche della città, lasciate allo sbando, nonostante i residenti paghino gli stessi tributi delle altre zone della città"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Siorini Saverio, coordinatore del Gargano e responsabile cittadino della città di San Giovanni Rotondo, del movimento politico 'Noi con Salvini', con documento protocollato in data 27 Luglio 2015 n. 20710, pone delle domande, a tutela dei commercianti, al Consiglio comunale. Domande che si presentano di non facile risposta, "dove si evidenziano i danni provocati da lavori, non urgenti, senza ascoltare gli operatori delle zone interessate, una chiara volontà, da parte dell'aministrazione, di danneggiarli senza, provvedere ad un minimo di rimborso, qualunque fosse sia stata la forma".

Aggiunge Siorini: "Un'amministrazione che negli ultimi due anni non si è preoccupata di emanare delibera per l'occupazione del suolo pubblico con strutture rimovibili (DHEORS), danneggianto per tre volte nello stesso momento la città: 1) evitando di dar facoltà d'investimento sul territorio da parte dell'operatore. 2) non dando opportunità d'occupazione per il periodo estivo. 3) la mancanza d'introiti nelle casse comunale. Un'amministrazione che non si è mai preoccupata di un controllo di sicurezza nelle zone periferiche della città, lasciate allo sbando, nonostate i residenti paghino gli stessi tributi delle altre zone della città.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento