Forza Nuova annuncia il "no" alla privatizzazione dell'acqua

Gli organi del partito locale annunciano il loro "Sì" a tutti e 4 i quesiti referendari. "Abbattere gli steccati ideologici per il bene del popolo"

Alle soglie dell’apertura della campagna elettorale sui referendum del 12 e 13 giugno, Forza Nuova Foggia comunica che si schiererà apertamente per il "SI" su tutti i quesiti referendari. "Riteniamo fondamentale sopratutto la battaglia per far restare l'acqua pubblica".  Gli esponenti del partito di estrema destra prevedono pertanto l'avvio di iniziative pubbliche di marketing e comunicazione.

"Come italiani dovremmo votare per l'abrogazione del decreto Ronchi che stabilisce al 40% la soglia massima di presenza pubblica nelle società che gestiscono il servizio idrico. Una scelta politica scellerata, come del resto tutte quelle che impone la religione liberista , ma che a livello internazionale mostra già aspetti diabolici. Si prevede che nel 2025 metà della popolazione mondiale dovrà affrontare il problema della mancanza d'acqua e quindi diventa inevitabile pensare che nei prossimi decenni ci saranno conflitti per il controllo di tale risorsa.Si è proposto, durante una conferenza a tema, di creare una autorità sovranazionale, per "indurre", ossia costringere, i paesi a consumi più "virtuosi". E' facile prevedere dove puo' portare e che scenari potrebbe creare questo discorso, e sopratutto su chi (gli USA) sarà a gestire questi "interventi".

"Ancora una volta Forza Nuova dimostra che quando in ballo c’è il bene del popolo, gli steccati ideologici devono essere abbattuti, e l’ottocentesca diatriba destra-sinistra è artifizio per bloccare le energie migliori di una nazione, a scapito di lobby ed interessi antinazionali, a questo gioco, contro il futuro del nostro popolo noi non siamo disposti a sottostare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento