Bus navetta per la zona industriale, Ferrantino: “Mai rilasciato dichiarazioni denigratorie”

Su un comunicato a firma di Antonio Zenga, erano state riportare delle dichiarazioni di Ferrantino contro Luigi Buonarota, primo firmatario della mozione approvata in Consiglio comunale

Raffaele Ferrantino

Raffaele Ferrantino smentisce le dichiarazioni comparse in un comunicato stampa a firma di Antonio Zenga, segretario della Fismic, sull’attivazione del bus navetta che collegherà Foggia alla zona Industriale. Il presidente di Ataf precisa di non aver mai detto che “il percorso per risolvere questa problematica che garantisca la sicurezza dei lavoratori è stato già iniziato qualche tempo fa, proprio grazie a un incontro con la Fismic in azienda, che rendemmo pubblico con un comunicato stampa, per cui non credo proprio sia il caso che qualcuno conti di impostare la propria campagna elettorale su questo”, o rilasciato dichiarazioni denigratorie nei confronti di figure istituzionali, verso le quali, per mia formazione personale e professionale, ho avuto e continuo ad avere il massimo rispetto”.

Il riferimento è a Luigi Buonarota, primo firmatario della mozione in Consiglio comunale “che garantirà un servizio atteso da anni assicurando legalità e sicurezza a chi prima parcheggiava la sua autovettura nell’area della stazione dell’Incoronata” aveva evidenziato il capogruppo di ‘Lavoro e Libertà’.

Raffaele Ferrantino ha quindi ringraziato il Consiglio comunale per l’attenzione posta in ordine alla questione inerente l’attivazione di un bus navetta di collegamento tra Foggia e la zona Asi, “in modo da offrire ai lavoratori della zona industriale un servizio che in più occasioni avevano richiesto invano nel passato. L’impegno dell’assemblea consiliare, infatti, si muove nella stessa direzione tracciata dal Consiglio di Amministrazione di Ataf SpA, sia pure come linea di indirizzo generale”.

Poi ha precisato: “Non ci è mai sfuggita, infatti, l’opportunità e la necessità di operare al fine di introdurre un collegamento che agevoli i lavoratori e, nello stesso tempo, rappresenti una risposta ai disagi riscontrati da coloro i quali usano l’automobile per raggiungere il posto di lavoro, primo tra tutti l’odioso fenomeno di furti d’auto”.

Il presidente di Ataf ha concluso così: “Ovviamente la definizione delle modalità di attivazione di questo nuovo servizio saranno stabilite, come sempre è accaduto sino ad oggi, in piena sinergia con le organizzazioni sindacali, con le quali abbiamo in mente di fissare rapidamente un nuovo incontro, in modo da definire in modo puntuale soprattutto le fasce orarie in cui sarà attivo il bus navetta, che dovrà evidentemente essere coerente con i turni di lavoro delle diverse aziende ed imprese della zona Asi”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento