Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica San Marco in Lamis

Dissesto a San Marco? “Spese inutili, contratti capestro, consulenze e assunzioni di comodo”

Il coordinamento del centrosinistra parlerà alla città venerdì 10 luglio, ma nel frattempo chiede le dimissioni dell'amministrazione comunale e del sindaco Angelo Cera

Ci penserà il coordinamento di centrosinistra a spiegare perché l’amministrazione attuale di San Marco in Lamis dichiarerà il dissesto finanziario, dopo che “il sindaco Cera ha trasformato l'incontro pubblico sul dissesto in un vergognoso comizio e, pur di evitare qualsiasi confronto, ha impedito ai consiglieri comunali di opposizione presenti di spiegare cosa è effettivamente successo in questi anni.”

Venerdì 10 luglio, alle 20, in Piazza Madonna delle Grazie si terrà l’incontro-dibattito La situazione finanziaria al comune di San Marco in Lamis”. Per il centrosinistra locale l'amministrazione Cera ha voluto celebrare il funerale di San Marco in Lamis, proprio un mese dopo la festa del rampollo di famiglia per l'elezione in Consiglio regionale”

Il coordinamento rivendica l’opera di risanamento avviata dall’amministrazione Lombardi e punta il dito contro l’attuale governo cittadino presieduto dal parlamentare della Repubblica: “La situazione del bilancio si è aggravata con spese inutili, contratti capestro (vedi Enel sole e parcheggi), consulenze e assunzioni di comodo”. Proseguono: “Dicono che i presupposti per il dissesto esistano da anni. Se fosse così perché dichiararlo solo ora?

Il centrosinistra chiede al primo cittadino di fare un passo indietro: Chi teorizza da oltre vent'anni la dichiarazione di dissesto è stato accontentato, alla faccia dei sammarchesi che in questi anni hanno fatto sacrifici pagando più tasse e rinunciando a servizi. A questa amministrazione resta un ultimo atto da compiere, l'unico veramente dignitoso: rassegnare le dimissioni e lasciare spazio a chi tiene per davvero alle sorti di San Marco”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto a San Marco? “Spese inutili, contratti capestro, consulenze e assunzioni di comodo”

FoggiaToday è in caricamento