Politica

E’ morto Carmine Tavano: fu sindaco di Foggia dal 1988 al 1990

Noto esponente locale della Democrazia Cristiana, Tavano fu anche vicepresidente della Provincia targata Protano

E’ morto Carmine Tavano, l’esponente della Democrazia Cristiana che guidò la città di Foggia dall’aprile del 1988 all’agosto del 1990 e che agli inizi degli Ottanta fu il secondo di Michele Protano a Palazzo Dogana. Presidente di lungo corso degli “Amici del Museo”, la morte di Tavano lascia un vuoto incolmabile tra i familiari, gli amici e i suoi conoscenti.

Giannicola De Leonardis descrive l’ex sindaco di Foggia come una “persona integerrima, un politico sempre attento ai problemi della collettività e sempre pronto a mettersi al servizio della stessa, in piena condivisione con ideali e valori espressi dallo scudocrociato, e un amministratore che ha lasciato una significativa traccia di sé nel suo mandato di sindaco”.

Il segretario provinciale dell’Unione di Capitanata e consigliere regionale, esprime il suo cordoglio per “l’ennesima scomparsa di un uomo destinato ad essere rimpianto, un altro esponente di punta della Democrazia Cristiana che tanto ha fatto per la nostra terra, testimone e protagonista di una stagione forse irripetibile ma che deve comunque rappresentare un riferimento, uno stimolo e un esempio da imitare per le nuove generazioni, chiamate a un compito ingrato ma assolutamente necessario, per uscire dalle sabbie mobili di una crisi generalizzata che non possiamo e dobbiamo più accettare passivamente, tra rassegnazione e indifferenza” la sua conclusione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ morto Carmine Tavano: fu sindaco di Foggia dal 1988 al 1990

FoggiaToday è in caricamento