Zapponeta, Sinistra Ecologia e Libertà piange la perdita di De Biase

Il messaggio di cordoglio del coordinatore provinciale di Sel Domenico Rizzi: "Un concittadino sempre partecipe della vita della comunità e benvoluto da tutti"

Icompagni di Sinistra Ecologia e Libertà di Zapponeta piangono oggi un altro concittadino vittima della epidemia influenzale H1N1.

Dopo Biagio Riontino, segretario del PD di Zapponeta scomparso qualche settimana fa, a lasciarci è stato il compagno Michele Di Biase, di appena 38 anni, ricoverato già da alcuni giorni reparto di rianimazione dell'Ospedale Tatarella di Cerignola, dove era già arrivato in condizioni gravi. Sinistra Ecologia e Libertà di Zapponeta ed il Coordinatore Provinciale di Sel Domenico Rizzi si stringono alla famiglia del compagno Michele Di Biase in un abbraccio di conforto e di partecipazione alla tragica ed irreparabile perdita.

Zapponeta, colpita così duramente dall’epidemia influenzale, ha perso con Michele, un concittadino sempre partecipe della vita della comunità e benvoluto da tutti.
Siamo certi che la nostra comunità saprà trovare il coraggio di affrontare anche questa tragedia e, nello stesso tempo, siamo sicuri che nessuno di noi dimenticherà mai il dolore, la disperazione e lo sconcerto che queste morti hanno provocato.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento