Politica

Gli attivisti “cinque stelle” portano in Procura la vicenda “Ali sospese”

E' intenzione dei simpatizzanti del meetup "Foggia 5 Stelle" riportare il monumento nella sua collocazione originaria

La vicenda di “Ali Sospese”, il monumento del “Gino Lisa” realizzato negli anni Settanta dallo scultore foggiano Gianfranco Rizzi, rimosso e abbandonato in un’area dell’aeroporto foggiano, dalle pagine di Foggia Today finisce alla Procura della Repubblica, in virtù di una informativa-denuncia presentata in Tribunale dagli attivisti del meetup ‘Foggia 5 Stelle”.

E’ intenzione dei grillini foggiani approfondire la fine de “Il volo”, nome dell’opera, “per individuare con certezza i responsabili di tale irrispettoso comportamento verso la città, ma anche per riportarla nella sua collocazione originaria che, con artistica bellezza dominava il piazzale dell'Aeroporto Gino Lisa. Questo – aggiungono - è solo il primo passo contro tutti quei personaggi politici e quelle istituzioni che con le "chiacchiere e i distintivi" stanno continuando a governare ed amministrare ai danni dello storico e strategico "Gino Lisa" ostacolando la Daunia, ma anche tutte le altre province delle regioni limitrofe, a volare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli attivisti “cinque stelle” portano in Procura la vicenda “Ali sospese”

FoggiaToday è in caricamento