I Monti Dauni alle prese con i ritardi delle Poste: “Disservizi inaccettabili”

Colomba Mongiello dopo la denuncia dei disservizi subiti dai residenti dei piccoli comuni: “Non si può accettare che i problemi di consegna siano determinati dal maltempo, dal-le malattie impreviste e dalle ferie del personale o dalla toponomastica”

Immagine di repertorio

"La posta deve essere consegnata per tempo ai cittadini e Poste Italiane ha il dovere di organizzarsi per offrire un servizio efficace, così come il Governo ha il dovere di intervenire a tutela degli utenti". Così dichiara l'on. Colomba Mongiello, componente della Direzione nazionale del PD, replicando alla risposta del Ministero dello Sviluppo Economico all'interrogazione presentata per denunciare i disservizi subiti dai residenti a Carlantino, Motta Montecorvino, San Marco la Catola e Volturara Appula, tutti piccoli Comuni del foggiano.

"E' inaccettabile – continua la Mongiello – che i problemi di consegna, già effettuata a giorni alterni, siano determinati dal maltempo, dalle malattie impreviste e dalle ferie del personale o dalla toponomastica. A ciascuno di questi problemi, fatte salve le emergenze vere, si può far fronte mettendo in campo un'organizzazione che garantisca la consegna puntuale di raccomandate, bollette e pacchi, che non di rado sono smarriti determinando danni economici e conseguenze legali per i cittadini”.

“I sindaci di quei Comuni hanno più volte segnalato che la privatizzazione di Poste Italiane ha provocato la riduzione dell'organico e degli uffici incompatibili con la funzione pubblica svolta dall'azienda e particolarmente gravosa per chi vive e opera nei piccoli centri delle aree interne, come quelli dei Monti Dauni, aggravando i problemi di vivibilità e abbandono”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Governo e le Agenzie di controllo devono intervenire a tutela dei cittadini di queste aree - conclude Colomba Mongiello - che hanno diritto ad ottenere gli stessi servizi di chi vive dove non nevica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • Emergenza Covid, ordinanza della Regione: obbligo di mascherina su spazi all'aperto, discoteche e locali

  • Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia (3 nel Foggiano): Cerignola diventa zona rossa

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento