Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica

Mongelli risponde a Longo: “Mai stato aggredito dai lavoratori del verde”

Il sindaco di Foggia risponde al consigliere di Prima Foggia con due comunicati in meno di 24 ore. "Non aumentano costi della politica. Falsi i conti su compensi di Raphael Rossi"

Due comunicati in meno di 24 ore. Gianni Mongelli non ci sta e risponde alle accuse del consigliere di Prima Foggia, Bruno Longo. Al centro dello "scambio di cortesie", il futuro dei dipendenti delle cooperative sociali addette alla cura del verde.

A scatenare la reazione del sindaco sono state alcune affermazioni riportate su un documento con cui i consiglieri di minoranza, primo firmatario Longo, hanno chiesto la convocazione di un consiglio comunale monotematico sul futuro dei lavoratori del Verde. Ma anche quelle riportate stamane su un quotidiano locale, relativa ad una presunta aggressione subita.

Il consigliere comunale Bruno Longo fonda la propria attività politica sulla propagazione di informazioni false, così gettando discredito sull’istituzione che anch’egli rappresenta” ha esordito il primo cittadino.

Il sindaco ha precisato che è vero che gli assessori sono passati da 10 a 11 – e non a 14 –, ma è altrettanto vero – precisa Mongelli - che l’ammontare delle indennità non subirà alcuna variazione e che è falso che i costi della politica lieviteranno di ben 150mila euro l’anno.

Sempre secondo il sindaco, è falso che Raphael Rossi all’amministrazione comunale costerà 180mila euro all’anno. "Sommando il suo guadagno e quello del dottor Parisotto, il Comune spenderà 40mila euro in 4 mesi come da decreto sindacale sottoscritto il 17 febbraio."

Non è vero inoltre – precisa il numero uno – che l’amministrazione comunale abbia deciso di spendere 150.000 euro l’anno per l’assunzione di un city manager”.

L’atteggiamento del capogruppo della lista Prima Foggia non mi appare improntato a correttezza istituzionale e senso di responsabilità politica” – conclude il sindaco – “Spargere falsità contribuisce ad alimentare confusione e tensione, non certo a risolvere i problemi che ex amministratori come Bruno Longo hanno contribuito a determinare e non certo a risolvere”.

Il sindaco di Foggia ha voluto smentire anche la vicenda legata ad una presunta aggressione subita da uno dei dipendenti di tali cooperative, di non aver subito alcuno sputo e che Bruno Longo sia mai intervenuto a sua difesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mongelli risponde a Longo: “Mai stato aggredito dai lavoratori del verde”

FoggiaToday è in caricamento