Minacce ad Antonio Potenza, la solidarietà della classe politica

Sono tanti i messaggi di solidarietà che gli amici e gli avversari politici hanno inviato al consigliere provinciale del Popolo della Libertà, vittima nei giorni scorsi di due atti intimidatori

La classe politica si stringe attorno al consigliere provinciale e comunale del Pdl, Antonio Potenza, vittima nei giorni scorsi di due atti intimidatori. Sono due lettere minatorie giunte presso la propria abitazione che lo invitano a desistere dal proseguire alucne battaglie politiche. I colleghi di partito e non, lo invitano a non mollare e ad andare avanti nel suo impegno amministrativo e politico.

SOLIDARIETA’ DI LEONARDO DI GIOIA: “Ad Antonio Potenza e ai suoi familiari esprimo la mia solidarietà personale, politica ed istituzionale. Le gravi minacce intimidatorie che lo hanno colpito sono certo non lo faranno arretrare nel suo impegno a favore di Apricena e della Capitanata. L’attività di cui Potenza è protagonista è orientata al bene comune e agli interessi del territorio e non saranno queste minacce a fermare il suo lavoro. La coscienza civica e politica impone a tutti di stringersi attorno a lui e alla sua famiglia, perché nessun amministratore può essere lasciato solo nell’esercizio della sua funzione di tutela e difesa della comunità provinciale”. È quanto dichiara Leonardo Di Gioia, consigliere regionale del Popolo della Libertà, in riferimento alla lettera minatoria ricevuta dal consigliere provinciale e consigliere comunale di Apricena Antonio Potenza.

SOLIDARIETA’ DI EMILIO GAETA: Il capogruppo in Consiglio provinciale del partito Futuro e Libertà per l’Italia, Emilio Gaeta, esprime la sua solidarietà all’amico Consigliere Provinciale del Popolo della Libertà Antonio Potenza per il grave e vile atto di minacce alla propria incolumità fisica. L’impegno del Consigliere Potenza che, dedica gran parte della sua vita al servizio dei cittadini e ciò testimoniato proprio dalla partecipazione attiva nelle varie istituzioni non può essere mortificato né frenato da questi atti delinquenziali e ingiustificati. L'atto intimidatorio subito, comunque, non deve in alcun caso indebolire la dignità dell'uomo e la capacità politica del Consigliere Provinciale Potenza. Invita pertanto l’amico Potenza a non farsi intimorire da queste vicende e di continuare nel suo proficuo impegno amministrativo e politico. Nel rinnovare la sua totale ed incondizionata solidarietà si dichiara pronto a sostenere in ogni sede tutte le azioni a tutela all'amico Consigliere Potenza.

SOLIDARIETA' DI ANTONIO PEPE - "All'amico Antonio Potenza vanno la mia vicinanza e la mia solidarietà, personali ed istituzionali. Le gravi minacce di cui è stato oggetto non devono in alcun modo incrinare il suo impegno nell'interesse del territorio, condotto con passione ed abnegazione. Conosco Potenza e la responsabilità con cui esercita la sua attività amministrativa tanto nella sua veste di consigliere provinciale quanto in quella di consigliere comunale di Apricena. Abbiamo fiducia nel lavoro delle Forze dell'Ordine e della magistratura e siamo certi che sapranno quanto prima fare luce di questo gravissimo episodio. Invitiamo pertanto Potenza ad andare avanti nel suo impegno politico ed amministrativo, perché non saranno le vigliacche minacce a far venir meno il suo contributo a favore della crescita del territorio provinciale".

SOLIDARIETA' DEL PARTITO DEMOCRATICO: "L'impegno politico e l'attività istituzionale non possono e non devono avere come accessorio minacce alla propria incolumità fisica". Il capogruppo in Consiglio provinciale del Partito Democratico, Antonio Prencipe, esprime "solidarietà personale e politica, a nome dell'intero gruppo" al consigliere Antonio Potenza. "E' nostro dovere ergere una barriera di impegno e solidarietà civici a tutela di chiunque operi per il bene della comunità di cui è parte - prosegue Prencipe - sollecitando magistratura e forze dell'ordine ad operare per restituire piena serenità a lui ed ai suoi familiari".

SOLIDARIETA' DI ENRICO SANTANIELLO: “Il gesto intimidatorio nei confronti del consigliere Antonio Potenza, con ogni verisimiglianza collegato alle sue coraggiose battaglie a tutela dei cittadini, non colpisce soltanto un bravo e coscienzioso membro dell’assise provinciale, ma l’intera comunità. La convinta solidarietà che a nome dell’intero Consiglio sento di esprimere al nostro collega non serve solo per far proseguire un impegno al quale Potenza non rinuncerebbe di certo, ma perché gli onesti facciano quadrato contro prepotenti e delinquenti. La solerte opera delle forze dell’ordine e la partecipazione dell’opinione pubblica serviranno a frustrare i disegni criminali di chi cerca nell’ombra di impedire il libero svolgersi del processo democratico”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento