menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Padrino, foto Ansa

Il Padrino, foto Ansa

Omicidio di San Severo "come nella Chicago anni '30 o nel film 'Il Padrino'

Omicidio Michele Russi detto Lillino Cioccone a San Severo: i commenti dei parlamentari del M5S Marco Pellegrini, Maria Luisa Faro e Carla Giuliano

ll sindaco Francesco Miglio, l'ex ministro Marco Minniti ma anche i parlamentari cinquestelle Marco Pellegrini, Marialuisa Faro e Carla Giuliano hanno commentato il secondo omicidio in pochi mesi avvenuto ieri mattina a San Severo, all'interno di una parrucchieria di via Terranova, in cui è stato assassinato Michele Russi detto 'Lillino Coccione', elemento di spicco della criminalità locale. 

"Come nel film 'Il Padrino'"

"A San Severo, in pieno giorno, si è verificato l’ennesimo omicidio di mafia senza alcun timore di coinvolgere ignari cittadini innocenti. Scene da Chicago anni '30 o che sembrano prese dal film Il Padrino. Il tragico risultato è un morto e due feriti. Il messaggio di intimidazione alla città è implicito e terribile. Ma noi non ci arrenderemo. No! Lo affermo da cittadino, da portavoce del M5s e da commissario antimafia". Questo il commento del parlamentare del Movimento  Stelle Marco Pellegrini e componente della commissione Antimafia, oggi ancor di più convinto che la provincia di Foggia debba essere dotata della sezione distaccata della Corte di Appello di Bari e della DDA. "Coontinuerò a battermi affinché il relativo disegno di legge - a mia prima firma - venga approvato al più presto. Nei prossimi giorni chiederò ai ministri Salvini, Bonafede e Trenta la massima attenzione nei confronti della situazione foggiana".

"Rafforzare nuclei investigativi"

“Occorre implementare la presenza sul territorio delle forze dell’ordine, attraverso un significativo rafforzamento dell’organico e in particolare dei nuclei investigativi che espletano indagini in materia di criminalità e criminalità organizzata”. Questo invece il commento di Carla Giuliano, deputata cinquestelle di San Severo. “I cittadini non possono continuare a vivere in un clima di paura e di grave insicurezza. San Severo e l’intero territorio della Capitanata necessitano della massima attenzione e non devono essere lasciati soli: il mio impegno in questo senso sarà massimo”, prosegue Giuliano. “Nonostante tutto l’escalation criminale continua ad essere fuori controllo. L’impegno delle istituzioni è fondamentale ma è necessaria anche una risposta forte e visibile della parte sana della nostra comunità”, conclude la deputata del M5S di San Severo.

"Viviamo nell'insicurezza e nella paura"

Maria Luisa Faro su Facebook, nel riprendere le dichiarazioni del procuratore aggiunto Giannella sulla proposta avanzata da Marco Pellegrini - "Guardando i risultati delle ultime indagini, dovrebbero ricredersi su alcune affermazioni" - tuona così: "Agguati in pieno giorno, per le strade della città, trafficate, davanti ad abitazioni e attività commerciali, sono questi i risultati? Mi chiedo il perché negare l'evidenza. Il nostro territorio, come tanti altri, è vittima della mafia e per combatterla bisogna fare tutto il necessario, si vive nell’insicurezza e nella paura. Noi del Movimento 5 stelle non molleremo e ci batteremo per la sicurezza necessaria per salvaguardare i cittadini e la nostra provincia"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Attualità

"L'antimafia non si fa così". A Foggia compleanno amaro della legge 109. "Senza visibilità per i beni confiscati, lo Stato ha vinto ma nessuno lo sa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento