Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

La Lega fa sul serio, il più suffragato del centrodestra in Puglia paga per tutti: non è più il capogruppo del Carroccio

Michele Picaro non è più il capogruppo del Consiglio comunale di Bari e passa al Gruppo Misto. Il più suffragato del centrodestra pugliesi alle scorse elezioni comunali, è uno dei firmatari della lettera dei 108 dissidenti contro la gestione del partito in Puglia e contro la candidatura di Nuccio Altieri

Michele Picaro

Il messaggio di Matteo Salvini ai dissidenti in Puglia è arrivato, forte e chiaro: con o contro la Lega. Dei 108 firmatari del documento-missiva, a rimetterci è stato il consigliere comunale di Bari Michele Picaro, il più suffragato del centrodestra in Puglia alle scorse Comunali. Mister preferenze da ieri non è più il capogruppo del movimento. Al suo posto subentra Pino Viggiano.

Così, mentre il partito foggiano resta in attesa dell'esito di alcune richieste di espulsioni di attivisti che avrebbero denigrato sui social D'Eramo, Casanova e anche il 'Capitano', la lettera dei 108 "leghisti pugliesi" contro la gestione del partito nelle sei province della Regione e contro la candidatura di Nuccio Altieri, ha la sua prima vittima.

Picaro - uno dei firmatari del documento-missiva finito sul tavolo del leader del Carroccio - afferma di aver appreso la notizia da "fonti interne dell'amministrazione comunale", precisando che i tre colleghi di partito "hanno protocollato alla segreteria del Consiglio comunale la nomina di un nuovo capogruppo". 

Una sfiducia immediata, dunque, da parte dell'intero gruppo, che - come si legge su Baritoday - comprende anche il vicepresidente del Consiglio comunale, Fabio Romito, e la consigliera Laura Manginelli.

"Questa decisione - commenta con amarezza Picaro - non solo è l’ennesima dimostrazione di un partito al cui interno è sempre più impossibile realizzare confronto, dialettica e sintesi. Ma è sicuramente anche da attribuire alla mia richiesta, con altri esponenti, di aprire un dibattito nel partito in vista delle imminenti Regionali. Evidentemente l’impegno istituzionale profuso e il consenso elettorale ottenuto, esattamente un anno fa, diventando il consigliere di centrodestra più suffragato in Puglia, non sono per la Lega elementi su cui basare la crescita e la rappresentanza di partito. Al mio successore, Pino Viggiano, faccio i più sentiti auguri di buon lavoro” 

Picaro ha poi protocollato alla presidenza del Consiglio comunale il passaggio al Gruppo Misto. "La ritengo una scelta naturale e consequenziale all’indomani della decisione unilaterale presa dai miei ex colleghi della Lega, senza alcun tipo di confronto preventivo. E fa specie che accada in un partito che della collegialità ha sempre fatto la sua bussola. Ma evidentemente questa volta taluni esponenti hanno preferito procedere a colpi di blitz da vecchia repubblica piuttosto che avviare una riflessione interna e pacata su ciò che sta accadendo in proiezione delle prossime Regionali. Resto in ogni caso convintamente nello schieramento del centrodestra e sin da ora offro tutta la mia disponibilità all’intera coalizione, coesa e unita, per lavorare sul territorio e battere una sinistra che in quindici anni di governo regionale è stata solo capace di produrre disastri, proliferazione di poltrone e affossare settori essenziali come sanità, agricoltura e lavoro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega fa sul serio, il più suffragato del centrodestra in Puglia paga per tutti: non è più il capogruppo del Carroccio

FoggiaToday è in caricamento