Metrò mare Manfredonia-Tremiti, Gatta Pdl: “Problema irrisolto”

Gatta: “Minervini nella conferenza stampa di Mattinata ha voluto fare solo politica e demagogia? Oppure le carte che dovevano arrivare da Bari a Foggia si sono perse per strada?”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“E’ ormai consueta, quanto deprecabile, l’abitudine degli assessori del Governo Vendola di ignorare le interrogazioni dei consiglieri di opposizione, salvo nei casi in cui le ‘fanno proprie’ e consegnano politicamente e mediaticamente ai consiglieri di maggioranza il merito di aver risolto i problemi. Il caso del metrò del mare Manfredonia–Tremiti è ancor più grave perché qui l’assessore Minervini dopo aver ignorato una mia interrogazione, ha pubblicamente dato merito a consiglieri di maggioranza di aver contribuito alla soluzione di un problema che, purtroppo, è tutt’altro che risolto”.

Lo denuncia in una nota il consigliere regionale del Pdl, Giandiego Gatta, che spiega: “A giugno del 2010 interrogai Minervini per conoscere le determinazioni del Governo Regionale sul collegamento marittimo Manfredonia – Rodi – Tremiti. L’assessore rispose di aver stanziato 300mila euro, istituito un capitolo di Bilancio denominato ‘servizio di cabotaggio marittimo Tremiti – Rodi – Manfredonia’ e delegato la Provincia di Foggia a bandire una gara che in effetti fu bandita con scadenza 20 maggio 2011.

Nel Bilancio di Previsione 2012 della Regione furono stanziati ulteriori 300mila euro portando quindi a 600mila i fondi disponibili e da allora l’assessore Minervini, dando merito di questo al Governo Regionale e alla maggioranza, ha passato la palla alla Provincia di Foggia arrivando, il 28 marzo scorso, a dichiarare alla stampa che a giorni la Provincia affiderà i lavori e già da giugno prossimo i turisti potranno prendere il metrò del mare. Il tutto condito dall’immancabile riferimento alla ‘rivoluzione vendoliana nel campo dei trasporti in Puglia’.

Sta di fatto – aggiunge Gatta – che ad oggi l’assessore provinciale di Foggia Leonardo Lallo, con cui mi sono confrontato, non ha ricevuto alcuna comunicazione dalla Regione Puglia per bandire la nuova gara a valere sull’incrementato finanziamento. Il che, naturalmente, rende impossibile alla Provincia bandire la gara e affidare i lavori e ai turisti poter prendere il metrò da giugno prossimo.

A questo punto viene da chiedersi: l’assessore Minervini nella sua conferenza stampa tenuta a Mattinata il 28 marzo scorso ha voluto fare solo politica e demagogia? Oppure le carte che dovevano arrivare da Bari (Regione Puglia) a Foggia (Provincia) si sono perse per strada? E come pretende l’assessore Minervini che a giugno sia già funzionante un’opera che non è stata ancora neanche aggiudicata? Ci auguriamo – conclude Gatta - che quantomeno a questi quesiti l’assessore decida di rispondere (anche se a mezzo stampa) con onestà e sincerità nei confronti dei cittadini del Gargano, altrimenti qualcuno potrebbe pensare che Minervini sia venuto qui solo a fare campagna elettorale per la sinistra in vista delle prossime elezioni amministrative”

Torna su
FoggiaToday è in caricamento