menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I mercatini di Natale

I mercatini di Natale

Mercatini di Natale, Landella non la passa liscia: ecco la verità di Jenny Moffa

Per Landella in occasione del natale dell’anno scorso non sarebbe stato possibile realizzare le casette in legno con Moffa. L’ex assessore precisa, evidenzia e affonda il colpo

Al taglio del nastro dei ‘Mercatini di Natale’ di Piazza Giordano, Franco Landella si era tolto qualche sassolino dalla scarpa sostenendo che bisognava ringraziare l’assessore Amorese se si era riusciti ad allestire le casette in legno al posto dei gazebo, aggiungendo che “si era esaudito un desiderio che coltivavo già l’anno scorso, ma che non è stato possibile esaudire con l’assessore precedente”

Le parole del sindaco non sono passate inosservate e hanno urtato la sensibilità e l’orgoglio di Jenny Moffa: “Franco Landella ha perso un’altra occasione per tacere, ma probabilmente si tratta di una semplice amnesia” le parole a caldo dell’ex assessore alle Attività Economiche: “Mi  preme ricordare al sindaco che il Servizio Integrato alle Attività Economiche, di cui la sottoscritta era titolare di delega assessorile, per tempo coinvolse le categorie del commercio e dell’artigianato al fine di predisporre i preparativi relativi alle festività natalizie 2014. Con dette categorie si predispose un programma ed il relativo impegno economico per le casse del Comune, pari ad 1/3 di quello che successivamente, a seguito delle sue ed altrui ingerenze, il sindaco, poi impegnò e spese”.

Prosegue ed evidenzia Moffa: “Tornando a quanto predispose il servizio di cui ero titolare, per mera brevità voglio ricordare al sindaco pro tempore che, al fine di operare in linea con il dettato programmatico, a cui ho conformato tutto il mio operato, in accordo con la Confcommercio si decise di localizzare i “mercatini natalizi” su viale XXIV Maggio, onde recuperare dal degrado, in cui continua a versare, il “quartiere stazione”, e si decise di accogliere la proposta di una “organizzazione del Trentino”, che gratuitamente, a differenza di ciò accade oggi, avrebbero ospitato i loro tipici operatori dell’artigianato nelle loro “caratteristiche casette”, cosa ben diversa dalle dependance  per gli attrezzi da giardino, che invece oggi ospitano le bancarelle natalizie”.

L’ex assessore comunal conclude: “Il tutto naufragò a causa degli estremi tentennamenti ed intromissioni provenienti dal Gabinetto del sindaco e della sua segreteria generale, dapprima cercando di ostacolare il tutto, trincerandosi dietro il diniego della società Ataf - cosa tra l’altro smentita per iscritto dalla stessa società - e poi avocando in capo allo stesso sindaco pro tempore tutte le decisioni nel merito ed  individuando in via Lanza la predisposizione delle bancarelle. Ciò avvenne senza alcuna strategia organizzativa  e nella più totale improvvisazione, attraverso ordinanze di urgenza che buttarono nel caos la circolazione della città”.

L’anno scorso piazza Giordano ospitò il ‘Mercato di Natale delle tipicità enogastronomiche’. Diciassette le aziende coinvolte, undici stand chiusi per la degustazione e due aperti ospitarono attività di animazione ed esibizioni rivolte soprattutto ai bambini. Queste le parole espresse dall’allora assessore Moffa: “Sono convinta che, soprattutto in questa fase di crisi economica, anche eventi come questo possano rappresentare una forma di sostegno al comparto agroalimentare della Capitanata. A latere del mercatino, inoltre, sono previsti numerosi eventi di animazione e spettacoli con artisti di strada, esibizioni musicali e teatrali, un trenino ecologico e giochi per i più piccoli. Un modo per regalare un sorriso alla nostra città e rendere queste festività natalizie un momento di incontro e socializzazione, rafforzando così anche il nostro senso di comunità e di appartenenza”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento