Masseria Giardino, Mongelli: “Suo valore incrementato grazie a nostre politiche”

Il sindaco di Foggia difende e rilancia l’operato dell’amministrazione comunale con un occhio di riguardo al ‘Corridoio ecologico sul fiume Cervaro’

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Il valore di Masseria Giardino e dei 455 ettari di fondo agricolo a essa collegati è stato mantenuto, incrementato e lanciato verso prospettive di livello nazionale e internazionale”. Gianni Mongelli interviene per “stroncare una confusionaria campagna di stampa che sembra preordinata a indebolire le politiche pubbliche che, per la prima volta dopo decenni, hanno riportato attenzione e valore a uno dei pezzi più pregiati del patrimonio comunale”.

“L’amministrazione – ricorda Mongelli – non ha soltanto lavorato sugli aspetti meramente economico-finanziari, elaborando stime prudenziali che qualunque interlocutore mediamente alfabetizzato dovrebbe essere in grado di leggere e interpretare, ma ha soprattutto condiviso, con Regione Puglia e Provincia di Foggia, un percorso di valorizzazione complessiva del paesaggio”.

Il riferimento è al progetto, sviluppato nell’ambito del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e qualificato come progetto pilota del Piano paesaggistico regionale, denominato “Corridoio ecologico sul fiume Cervaro”. “Lo abbiamo approvato – sottolinea il sindaco – nell’ambito delle più generali azioni di valorizzazione delle borgate rurali e dell’idea di città policentrica alla base del nuovo Piano Urbanistico Generale”.

Nello specifico, su Masseria Giardino, al progetto ‘Corridoio ecologico sul fiume Cervaro” è collegato un Piano Operativo Integrato, elaborato con apporti scientifici qualificatissimi come quelli del prorettore del Polo territoriale di Mantova del Politecnico di Milano, Federico Bucci, della paesaggista francese, Christine Dalnoky, o del docente di Progettazione architettonica della Facoltà di Architettura della Seconda Università di Napoli, Efisio Pitzalis.

“Sono queste le qualità che hanno suscitato interesse all’Expo Italia Real Estate del 2012 – sottolinea Mongelli – per la collocazione, l’ampiezza delle aree e la preziosità della masseria fortificata ma anche per le scelte politico-amministrative univoche che hanno coinvolto  diversi livelli di governo, elementi questi che, come è noto, aprono davvero prospettive legate ai possibili investimenti di livello nazionale e internazionale normalmente impauriti dai possibili conflitti di competenze”.

“Oltre a questa strategia che supera la dimensione provinciale e che sia foriera di nuova e buona occupazione – conclude il sindaco – anche la preoccupazione alla sana e buona amministrazione ordinaria è un dato delle realtà misurabile da chiunque, se solo si considera, dopo decenni di chiusure in rosso, la cifra positiva di 164 mila 128,53 euro del bilancio dell’annata agraria 2011-2012 conseguito da questa amministrazione che, per la prima volta, ha assunto la conduzione diretta dei terreni agricoli di Masseria Giardino”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento