Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Il prof. Olivetti apostrofa i Cinquestelle: “Corteo di pirla”. Grillo: “Saggio in villeggiatura”

Il docente di Diritto Costituzionale all'Università di Foggia, tra i saggi del governo Letta, apostrofa anche Beppe Grillo: "Capo del Movimento a Cinquestalle"

E’ polemica, e non si placa, tra il prof. Marco Olivetti dell’Università di Foggia e il patron del Movimento a Stelle, Beppe Grillo. A scatenare l’ira del comico genovese e dei grillini d’Italia un post pubblicato il 15 settembre scorso sulla pagina Facebook del professore di Diritto Costituzionale e tra i saggi del Governo Letta: “Ecco che arrivando a Francavilla mi appare un corteo dei pirla a 5 stelle”.

La risposta di Grillo non si è fatta attendere, tant'è che il leader del M5S, dalle pagine on line del movimento, ha replicato immediatamente all’affermazione di “Marco Olivetti, saggio in villeggiatura”:

Questa mattina, due dei nostri deputati (Andrea Colletti e Gianluca Vacca) si sono diretti alla volta di Francavilla a Mare per saperne di più sull'ormai mitico "villaggio vacanze Costituzione". I 40 saggi nominati dal Presidente per rimaneggiare la Carta si sono infatti ritirati a ponzare e meditare nell'amena località marina, in un 4 stelle lusso pagato coi soldi di Palazzo Chigi, cioè in pratica i nostri.

Manifestazione che ci ha peraltro offerto la ghiotta opportunità di conoscere meglio uno dei 40 saggi finora coperti da un velo di mistero che, nell'immaginario collettivo, rappresenta l'aura di sacralità e autorevolezza che sicuramente incarnano. L'esimio prof. Marco Olivetti, docente di diritto costituzionale a Foggia, ha infatti rispettosamente commentato sul suo profilo Facebook la manifestazione di cittadini: "Ecco che arrivando a Francavilla mi appare un corteo dei pirla a 5 stelle".

L'illustrissimo saggio che così autorevolmente si esprime fa parte dell'empireo dei 40, in quota PD. Eppure proprio non si direbbe, anzi lo si attribuirebbe decisamente alla compagine dei Cicchitto e delle Santanché visto come esterna poi nel pomeriggio sempre su FB a proposito dell'arresto della Lorenzetti, ex Presidente Regionale PD coinvolta in un giro di mazzette TAV:

"Ancora una volta la magistratura italiana usa la carcerazione preventiva in maniera barbara e populista, ignorando la presunzione di innocenza. Prima o poi, dopo esserci liberati di Berlusconi, occorrerà mettere ordine nella giustizia italiana, usando il pugno di ferro." Pugno di ferro contro la magistratura che osa arrestare un esponente del suo partito... linguaggio già sentito. E questo sarebbe uno dei 40 saggi che cambiano la Costituzione. Non abbiamo proprio il coraggio di andare a scoprire gli altri 39”.

Ma non finisce qui. Il 16 settembre, sempre sul suo profilo FB, Olivetti ha ripreso l’argomento rispondendo alla nota dei Cinquestelle: “Ho appreso con sorpresa che il grande capo del Movimento Cinquestalle mi ha fatto oggi l’alto onore di sottopormi alla pubblica esecrazione sul suo celebre sito (io non lo frequento, ma due amici di FB mi hanno gentilmente segnalato la cosa). Ora, io mi chiedo come faccia un personaggio così importante - il capo assoluto del secondo o forse del primo partito italiano - a trovare il tempo di sbirciare sulle mie pagine di Facebook (dove ho appena 250 amici, uno più uno meno, non certo una grande audience) e di polemizzare con un modesto professore universitario di provincia come il sottoscritto. Tuttavia, per quanto mi riguarda, mi dispiace un po’: di Grillo, come comico, ero un grande estimatore. Ma non polemizzo con i comici. Spero solo che ora questi esagitati non mi forino le ruote della Panda, perché non dispongo di auto blu alternativa”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prof. Olivetti apostrofa i Cinquestelle: “Corteo di pirla”. Grillo: “Saggio in villeggiatura”

FoggiaToday è in caricamento