Commissariati, in predissesto e all'esame di Viminale: ma il PD si autocelebra, al via oggi la 'Festa de L'Unità' a Manfredonia

Una tre giorni di dibattiti e di eventi per parlare di "cambiamento" e di "sviluppo", concetti nobili ma che non collimano con la situazione attuale del Golfo. Grandi le responsabilità politiche proprio del Partito Democratico

“Una tre giorni di dibattiti e di confronto per riaffermare la dignità, la nobiltà e la forza della politica, per dare concretezza ad un partito rafforzato nella sua base di iscritti e strutturato nel territorio, aperto alla società civile e destinato alle nuove generazioni”. Così una nota stampa del Partito Democratico di Manfredonia che, anche quest’anno, a partire da oggi, 19 luglio, e fino al 21, presso Piazzale Ferri, rinnova l’appuntamento con la Festa de l’Unità. Nonostante un sindaco Pd dimissionario (Angelo Riccardi, “tradito” e “abbandonato” dal suo stesso partito, sostiene qualcuno), nonostante il pre-dissesto finanziario dopo lunghi lustri a gestione amministrativa targata Pd, nonostante una commissione d’accesso per infiltrazioni mafiosi (all’esame finale del Ministero). Tre eventi pesanti: di peggio, insomma, non poteva accadere. Il Partito Democratico "festeggia l'unità". In una comunità sbrandellata e confusa. E lo fa con i nomi di sempre, quelli che, nel distrutto quadro su descritto, hanno grandi responsabilità politiche: alle 19.00 l’appuntamento è con “Il Pd alla prova del cambiamento”. Cambiamento che, evidentemente, ironia della sorte, parte dal plurionorevole manfredoniano Michele Bordo, dalla già presidente del consiglio comunale Mariagrazia Campo e l’intramontabile Gaetano Prencipe

Il secondo appuntamento sarà domani con Paolo Campo, consigliere regionale. Anch’egli già sindaco per due lunghi lustri di Manfredonia, oltre che già segretario provinciale del Pd, insomma nome di peso nelle vicende che hanno contraddistinto la politica manfredoniana dell’ultimo ventennio al vento. La domenica è dedicata solo agli eventi di natura sportiva e musicale. Niente politica. Manca all’appello, e fa rumore, proprio il sindaco dimissionario, Angelo Riccardi, ormai in pesante rotta col suo partito. Sarà interessante capire quale discussione ‘i grandi volti’ della politica cittadina dem svilupperanno, e come spiegheranno la condizione odierna di Manfredonia, passata dal potente “fattore M” ai brandelli in cui  è ridotta oggi. Come spiegheranno la condizione dei conti. Cosa si aspettano dalla relazione antimafia.

D’altronde, che sia questa l’aspettativa dell’opinione pubblica, lo intuiscono loro stessi quando scrivono nella nota: “Vogliamo tornare a parlare con chi negli ultimi anni ha abbandonato il Pd, senza timore di ragionare sugli eventuali errori commessi, rielaborando, se necessario, alcune proposte, per rimettere il Partito Democratico in sintonia con le persone, a partire dal livello locale. Al centro della Festa, quindi, una discussione sulle prospettive di rinnovamento della politica e del Pd, e sulle politiche regionali”.

Si vedrà.  Di seguito il programma dettagliato della Festa:

Venerdì 19 luglio

Ore 19.00: “Il Pd alla prova del cambiamento”. Intervengono: l’On. Michele Bordo, Mariagrazia Campo e Gaetano Prencipe. Modera: Felice Sblendorio.

Ore 21.00: il cantautore Folco Sbaglio che, oltre a sue composizioni, riprodurrà anche pezzi della migliore tradizione cantautorale italiana. Il concerto sarà aperto dai giovani "Potato Acoustic Trio", il cui repertorio si muove all'interno del mondo indie dei giorni nostri.

Sabato 20 luglio

Ore 18.00: Torneo 3x3 Basket.

Ore 19.00: “Regione Puglia, tra presente e futuro”: Felice Sblendorio intervista il consigliere regionale Paolo Campo.

Ore 21.00: la “Harlem Blues Band” del grande chitarrista Matteo Fioretti.

Domenica 21 luglio

Ore 18.00: Torneo 3x3 Basket e, a seguire, la premiazione del Torneo.

Ore 21.00: i "Lucio e Lucio", con l'omaggio alla musica di Lucio Battisti e Lucio Dalla.

In conclusione, l’estrazione dei Premi della Lotteria della Festa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento