Politica

Mainiero duro con il centrosinistra: “Siete opposizione o stampella di Landella?”

Il capogruppo dei Fratelli d’Italia se la prende con il centrosinistra per via via “della sistematica assenza quando serve a Landella per restare in piedi ed approvare accapi dannosi per la città

Questa volta Giuseppe Mainiero se la prende con la minoranza, quella di centrosinistra, per via “della sistematica assenza quando serve a Landella per restare in piedi ed approvare accapi dannosi per la città”. Ovvero “un sistema consociativo che da oltre un quindicennio garantisce una sostanziale continuità politico-amministrativa, che prescinde da centrosinistra o centrodestra”. Il riferimento ultimo è all’approvazione del Consiglio comunale, “solo 16 i voti a favore ma sufficienti ad incassare l’accapo”, del project financing sulla pubblica illuminazione, una concessione ventennale da complessivi 50 milioni di euro.

Il capogruppo in Consiglio comunale dei Fratelli d’Italia ricorda come ai nastri di partenza il primo cittadino poteva contare su una maggioranza importante, 21 dei 32 consiglieri, ma come il Bilancio e il Documento Unico di programmazione siano stati approvati con il solo voto favorevole di 14/15 consiglieri.

Per Giuseppe Mainiero “serve un patto tra i partiti e movimenti che ripristini l'autorevolezza della Politica, un patto che deve coinvolgere tutte le forze politiche, da destra e sinistra, nella composizione delle future liste per evitare che "soliti noti" utilizzino i partiti solo per approdare in Consiglio comunale, forti di un "particolare consenso" personale.

Quindi, spiega il consigliere comunale di minoranza, “penso che non ci possa essere cambiamento in questa città se non si spezza questa "catena di contiguità" che ha portato la nostra città nel baratro del degrado più assoluto! Un "sistema" che va debellato, un "sistema" privo di ogni energia positiva che costringe a scappare i nostri giovani, che allontana dalla politica le nostre migliori intelligenze, che ha eroso ogni vitalità nella nostra città”.

L’esponente dei Fratelle d’Italia-AN conclude: “Il centrosinistra faccia chiarezza in questa città se è opposizione o semplicemente stampella di una maggioranza, quella di Landella, che ricordo non più ascrivibile al centrodestra, che deve archiviare questa brutta pagina politico-amministrativa che ha visto il sindaco pro tempore impegnato esclusivamente al disfacimento di un'area politica che gli ha consentito di fare il sindaco di una città che con ogni evidenza meritava, e merita di più. Foggia  merita una classe dirigente all'altezza del compito che l'aspetta.
Questa sarà la sfida dei prossimi mesi. C'è da ricostruire tutto, da ricostruire nuovo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mainiero duro con il centrosinistra: “Siete opposizione o stampella di Landella?”

FoggiaToday è in caricamento