rotate-mobile
Politica

Starace spezza il pane e lancia un appello ai colleghi candidati: “#tagliatevilapagnotta”

Luigi Starace, candidato consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, invita i colleghi degli altri partiti a rinunciare al 70% dello stipendio-pagnotta

Tra i candidati consiglieri foggiani del Movimento 5 Stelle c’è anche Luigi Starace, protagonista della proposta-metafora del pane tagliato a fette: #tagliatevilapagnotta. In un video girato in un forno di Monte Sant’Angelo, il pentastellato spiega come lo stipendio di un consigliere regionale si aggiri intorno ai 12mila euro e come i candidati del M5S abbiano sottoscritto l’impegno a trattenerne 3mila netti, restituendone 7mila euro. Ogni consigliere elettore, in cinque anni, si troverebbe a restituirne 455mila euro, che confluiranno nel fondo del micro credito regionale, così come avvenuto in Sicilia.

Luigi Starace spiega: “Ci sono modelli economici fondati sul principio di sussidiarietà che hanno già dimostrato la propria valenza, come ad esempio l'Economia di Comunione proposta è attuata dal Movimento dei Focolari dagli anni 90 e sostenuta dal prof. Stefano Zamagni dell'Università di Bologna oppure i modelli di economia sostenibile elaborati dal prof. Dipak Pant dell'Università Cattaneo di Milano. Fare economia in modo altro è possibile e noi del M5S ci siamo impegnati a dimostrarlo.

E conclude: “Le domande che pongo a mezzo stampa sono due: ai candidati in provincia di Foggia (in particolare a Paolo Campo, Giandiego Gatta, Antonio Angelillis, Cosimo Pitta e Franco Castriotta) degli altri partiti chiediamo se siano ugualmente disposti a rinunciare come noi a circa il 70% dello "stipendio-pagnotta"; la seconda agli elettori: avete realizzato bene che con il vostro voto affiderete mezzo milione di euro dei vostri soldi? Sono mezzo milione di ragioni per non astenersi”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Starace spezza il pane e lancia un appello ai colleghi candidati: “#tagliatevilapagnotta”

FoggiaToday è in caricamento