Miranda chiama a raccolta associazioni e cittadinanza

Luigi Miranda: “Per arginare i continui scippi perpetrati ai danni della nostra terra, è necessario che vi sia un sano interventismo da parte delle associazioni e dei cittadini!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

luigi miranda-2Comunicato stampa di Luigi Miranda, consigliere comunale del Pdl

"Non è più possibile nascondere, tantomeno ignorare, il degrado materiale e morale in cui la nostra società è sprofondata, una situazione ormai alla deriva che non ci stupisce più e che anzi ci rende consapevoli del fatto che tutto ciò sia solo il frutto di un modo di agire ed operare adottato ormai da troppo tempo.

E’ giunto il momento di cominciare a chiedersi: qual è il ruolo di ciascun cittadino? Quali sono gli interventi possibili che ogni singolo può porre in essere per la città? Dopo il distretto militare, la scuola di polizia, l’aeroporto, i collegamenti ferroviari ad alta velocità, la salute pubblica, etc. cosa ancora possiamo e dobbiamo evitare che ci venga tolto?

Stare alla finestra e giudicare tutto e tutti è un lusso che non ci si può più permettere, la città è in seria difficoltà, e non dobbiamo rimanere indifferenti e volontari complici di tutta questa situazione.

In un momento di grave crisi e di sfiducia da parte dei cittadini nei confronti della politica e delle istituzioni, ritengo fondamentale sollecitare un interventismo massiccio da parte della collettività  e soprattutto delle realtà associazionistiche che operano sul territorio che in questo momento più che mai devono assurgere a vero e proprio punto di riferimento per la cittadinanza.

Le associazioni culturali e di volontariato intellettuale, con la loro libertà di espressione, opinione e azione, sono sempre state un alveo importante per esprimere il proprio dissenso ma soprattuto per proporre alternative valide, libere dai condizionamenti partitici. Le stesse associazioni che rappresentano la società civile devono inoltre avere un ruolo di sussidiarietà rispetto alle istituzioni: compensando, sviluppando dei progetti, magari criticando, ma facendo qualcosa di davvero funzionale al cambiamento.

Se ciascuno è artefice e complice dello stato di cose presente nella realtà in cui vive, è necessario che si adoperi e abbia un atteggiamento costruttivo affinché riesca a portare a termine qualsiasi forma di cambiamento. Tanti elementi hanno determinato un degrado che ormai ha contaminato le nostre coscienze, e che determina scelte peregrine in tutti i campi, cionondimeno si registra una voglia di ripresa e di riscatto, una voglia insita nel nostro orgoglio federiciano!

Anche i giovanissimi, che amano questa città e che hanno tutta l’intenzione di realizzare qui i propri sogni, e concretizzare le proprie aspettative lavorative, devono poterlo fare al più presto!  Dobbiamo porci, quindi, come imperativo quello di credere in noi stessi, nelle nostre potenzialità e convincerci che dobbiamo e possiamo risalire la china!"

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento