Politica

Rifiuti: Landella difende i lavoratori: “Fare chiarezza sugli esclusi”

"Non è giusto che non siano assunti quei lavoratori che hanno subito e scontato una pena in passato e poi sono stati assunti come ex LSU"

Franco Landella

Franco Landella, segretario provinciale del Pdl, interviene sulla vicenda delle assunzioni degli ex lavoratori Amica Daunia Ambiente di Foggia da parte di Amiu di Bari. “Sulla riassunzione dei lavoratori Amica da parte di Amiu di Bari, a cui il Comune di Foggia ha affidato il servizio di raccolta dei rifiuti, credo che da più parti si voglia sfuggire alle proprie responsabilità se non addirittura far valere il risentimento piuttosto che la ragionevolezza – dichiara Landella.

L’Amiu, affidataria del servizio di igiene della città, deve anzitutto rispettare la volontà dell’intero Consiglio Comunale di Foggia di tutelare i lavoratori di Amica e Daunia Ambiente licenziati. Intanto, non può e non deve, Amiu, assecondare il sentimento di rivalsa dell’amministrazione Mongelli contro quei lavoratori che hanno denunciato i comportamenti discutibili della giunta comunale nell’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti, lasciando a casa gli stessi.

Poi, va fatta chiarezza anche sulla situazione dei lavoratori esclusi per i loro carichi pendenti. Se vi sono soggetti che durante il servizio in Amica hanno commesso reati penali, è giusto che questi non vengano più assunti; non è affatto giusto, oltre che incomprensibile, invece che non siano assunti quei lavoratori che hanno subito e scontato una pena in passato e poi sono stati assunti alla Daunia Ambiente come ex LSU, perché rientranti nelle categorie svantaggiate, e che nel corso di questi anni non hanno più commesso atti delinquenziali né all’interno dell’azienda, né fuori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti: Landella difende i lavoratori: “Fare chiarezza sugli esclusi”

FoggiaToday è in caricamento