Di Gioia esce allo scoperto: "Alle Europee voterò Lega". Imbarazzo nel centrosinistra, M5S: "Ora dimettiti"

Ancora in silenzio il centrosinistra dopo le dichiarazioni rilasciate alla stampa dall'assessore nel pieno della campagna elettorale a Foggia. All'attacco il M5S: "Fai un favore agli agricoltori:dimettiti"

E' un terremoto politico per il centrosinistro la dichiarazione di Leonardo Di Gioia rilasciata oggi al Corriere del Mezzogiorno. In un articolo a firma di Francesco Strippoli, l'assessore regionale all'Agricoltura non si imbarazza di certo a dire che sì, è al governo con Emiliano, a Foggia sostiene il candidato del centrosinistra Pippo Cavaliere (è candidato anch'egli) ma alle elezioni europee si impegnerà a portare voti all'uomo forte di Salvini al Sud, Massimo Casanova. Quindi Lega. Da sinistra a destra. E parla anche di posizione "non negoziabile", rispetto alla quale si dice pronto a 'pagarne' eventuali conseguenze politiche. Parole che a chi lo conosce suonano come un accordo già incassato con la Lega dall'assessore regionale che, è notorio, non fa passi che non siano preventivamente ed abbondantemente valutati e ponderati. D'altronde, che Di Gioia, ex An, avesse iniziato uno spostamento a destra era roba nota dalle elezioni provinciali, quando si impuntò per la candidatura di Nicola Gatta. E ancor prima, quando volò a Monza per un incontro con Salvini.

Allo stato il centrosinistra di Emiliano, Piemontese e Cavaliere tace. Si fanno sentire invece i cinquestelle che, con una nota a firma del gruppo regionale, dichiarano: "“Se Di Gioia si occupasse di agricoltura anche solo la metà di quanto si preoccupa della sua carriera politica, forse a quest’ora l’intero comparto non si troverebbe nel baratro in cui l’ha fatto precipitare. Con la Puglia fanalino di coda nella spesa del PSR e le nostre aziende agricole che non sanno come andare avanti, l’assessore pensa bene di dedicarsi non a una, ma a ben due campagne elettorali: quella per il Comune di Foggia in cui è candidato con una lista che appoggia il centrosinistra e quella per le europee dove sostiene un candidato della Lega. E visti i precedenti non ci stupiremmo nel vederlo cambiare nuovamente casacca. Il tutto nel silenzio di Emiliano che non proferisce parola sull’assessore che annuncia di appoggiare un imprenditore del Nord candidato con la Lega nella nostra Circoscrizione. Ci rendiamo conto, però che il Governatore possa dire ben poco, visto il suo ondivagare tra destra e sinistra solo per cercare di mantenere in piedi una maggioranza ormai inesistente, come dimostra l’ennesimo consiglio regionale durato in tutto un’ora e caduto per due volte per mancanza del numero legale. I pugliesi meritano decisamente di meglio. Se per Di Gioia l’ambizione politica è più importante della sua delega, si dimetta una volta per tutte senza i teatrini visti in passato: farebbe un grande favore a tutti gli agricoltori pugliesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

  • La 'caccia' alla pantera si sposta sul Gargano: avvistamenti, in arrivo altri specialisti (trappole farcite e 'Predator')

  • Addio Luca, oggi l'ultimo saluto al 22enne morto in un terribile incidente stradale

  • Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

Torna su
FoggiaToday è in caricamento